martedì 3 gennaio 2017

IL morbo di parkinson sui dipinti di grandi pittori.

Se alcuni pittori fossero affetti dai morbi di Parkinson ed Alzheimer, questi potrebbero essere individuati attraverso le loro pennellate. 
http://www.laboratoryequipment.com/news/2016/12/can-paint-strokes-help-identify-alzheimers

I pittori affetti da morbo di Parkinson e da morbo di Alzheimer potrebbero essere scoperti molto presto attraverso l'analisi dele loro pennellate, dice uno studio pubblicato giovedi 29 dicembre scorso. Lo studio si basa su dipinti di Salvador Dalì e Willem De Kooning. 

Lo studio è stato condotto su 2.092 dipinti, tra cui quelli dei due artisti che hanno sofferto del morbo di Parkinson, Salvador Dalì e Norval Morrisseau, più altri due pittori vittime del morbo di Alzheimer, Willem de Kooning e James Brooks. 

Le opere di Marc Chagall, Pablo Picasso e Claude Monet, che non hanno sofferto di malattie neurodegenerative, sono stati incluse anche nello studio allo scopo di farne un confronto. 

"Il raggiungimento, al più presto possibile, della consapevolezza di essere portatori di un problema di salute è sempre un progresso medico", dice Alex Forsythe, uno degli autori dello studio, professore di psicologia presso l'Università di Liverpool. 

Gli scienziati hanno utilizzato la cosiddetta "fractal analysis". Già utilizzata per distinguere un'immagine autentica dalla sua imitazione, la tecnica di imaging digitale ha permesso in questo caso di valutare la complessità delle tavole. 

Nel caso di De Kooning e Brooks, lo studio, pubblicato sulla rivista Neuropsychology, ha evidenziato un forte calo nella complessità del loro lavoro a partire dall'età di 40 anni, ben prima che la malattia di Alzheimer fosse diagnosticata. A De Kooning è stata ufficialmente diagnosticata nel 1989, all'età di 85 e Brooks a 79 anni. 

In Dalì e Morrisseau, la ricerca ha riscontrato un aumento della "dimensione frattale" al centro della loro vita, seguito da un calo all'avvicinarsi dei loro 60 anni. A Dalì è stato diagnosticato il morbo di Parkinson all'età di 76 anni, quando la sua mano destra cominciò a tremare con forza. Morrisseau ne aveva 65 al momento della diagnosi. 

Nel caso di Chagall, Monet e Picasso, lo studio mostra l'andamento opposto: ha aumentato la complessità delle loro opere nel corso degli anni. 

Nessun commento: