giovedì 31 luglio 2014

"Volevo uccidere qualcuno ... per vedere come era"


Una giapponese, adolescente, ha ammesso di aver ucciso un amico Sabato sera per strangolamento. Ha poi reciso il braccio e la testa della sua vittima.         
http://www.japantimes.co.jp/news/2014/07/27/national/sasebo-teen-held-allegedly-killing-high-school-friend/#.U9nT3vl_uSo"Volevo uccidere qualcuno ... per vedere", ha detto la giovane giapponese che ha ucciso e decapitato un compagno di classe lo scorso fine settimana, secondo fonti di stampa che citano i rapporti della polizia. Una studentessa di 16 anni ha fatto questa incredibile confessione agli investigatori senza esprimere alcun rimpianto.
              
L'incidente è avvenuto nella città di Sasebo, Nagasaki, Prefettura (ovest). La ragazza, che ha ammesso i fatti, la cui identità non è stata rivelata, ha brutalmente ucciso Sabato sera soffocandolo, un compagno di classe. Gli ha poi reciso il braccio e la testa.
                
L'addome della vittima era squarciato, secondo fonti di stampa. La presunta assassina, che dovrà sottoporsi a esami psichiatrici, a quanto pare, avrebbe premeditato il suo crimine, procurandosi gli strumenti necessari in anticipo, stando alle deduzioni degli inquirenti citati dai media.
                 
La polizia sta anche indagando su quattro messaggi, su un forum internet, con immagini, tra le altre, quella di una mano insanguinata. Queste mostrano l'omicidio e sono state pubblicate circa due ore dopo il presunto orario del delitto.
               
I due ragazzi erano amici ed avevano trascorso diverse ore insieme prima della tragedia, avvenuta nell'appartamento del presunto assassino, che viveva da sola nonostante la giovane età.
                
Secondo le testimonianze raccolte dai media giapponesi, sua madre è morta l'anno scorso e suo padre si risposò. 

           
Nella stessa città di Sasebo, un episodio analogo, una studentessa aveva accoltellato a morte un compagno di classe nel 2004, che ha portato le autorità a richiedere alle scuole più vigilanza da parte di insegnanti e assistenti sociali.

martedì 29 luglio 2014

Costruisce un enorme sedere per scorreggiare attraverso la Manica.

L'inquinamento da rumore nella nostra città ha raggiunto livelli insopportabili. La sera, soprattutto nelle vie e piazze del centro, raggiunge livelli molto pericolosi, alla faccia degli ecologisti che non sanno che il rumore, l'inquinamento acustico, è molto pericoloso, più di tutti gli altri tipi di inquinamento e colpisce inesorabilmente una persona su due (vedi). Con gli amici abbiamo parlato spesso dell'argomento, lontano dai miasmi rumorosi serali. Come è mio costume in questo blog, ho rintracciato la notizia di cronaca che si riferisce in toto o in parte alla situazione locale e ... 
Al Ferrante, ieri sera, Raffaele, messo al corrente della notizia, mi ha anche detto che si attaglia bene alla situazione locale ed esprime gli atteggiamenti del potere per i rumori che fa e quelli che non riesce a trattenere.
              
Mira alla Francia con la sua macchina da scorregge.
http://www.cbc.ca/asithappens/features/2014/07/23/british-inventor-builds-giant-fart-machine-to-fart-at-france


Il Britannico Colin Furze ha costruito un enorme paio di natiche di metallo inaugurate giovedì notte a Dover. L'idea era di riprodurre "la scoreggia di fuoco". 
                 
Colin Furze è un maniaco. Di professione idraulico, Inglese di 32 anni, inventa tutti i tipi di marchingegni assurdi e inutili ... La sua ultima creazione? La macchina da scorregge da un enorme sedere di metallo di circa 5 m di altezza. Dietro questo paio di natiche, una bombola di gas e un grande scarico, pronto a 'bombardare'. Assurdo, non è vero? 
         

Il dispositivo è stato portato sulla spiaggia di Dover, sotto le falesie, affacciato sul Canale della Manica verso la Francia. Secondo l'inventore, l'obiettivo non era di irritare i francesi, ma piuttosto provare che un rumore mostruoso avrebbe potuto essere sentito da circa 35 chilometri di distanza. "Se avessi avuto di fronte la Norvegia, avrei orientato la mia macchina contro i norvegesi. Ma i francesi sono i nostri vicini...", ha dichiarato al sito web CBC. 
            
Se il vento è giusto... i residenti francesi dovrebbero sentire il fragore. Giovedì sera Colin Furze ha acceso il gas e scorreggiato con la sua macchina. Secondo lui, il test è stato positivo. Ha ricevuto un messaggio da uno dei suoi amici, inviato a Calais, che ha percepito il rumore. Delizia per le orecchie e l'orgoglio dell'idraulico, come nessun altro. 
     

La Chiesa restaura il 'Vangelo' di Pasolini. Perdono e rivalutazione del capolavoro del cinema italiano.

La Chiesa perdona "Il Vangelo" di Pasolini
Cinquant'anni dopo la sua uscita, Il Vangelo secondo Matteo, di Pier Paolo Pasolini, riceve la benedizione della Chiesa cattolica.


Il Vangelo secondo Matteo, proiettato il 2 Ottobre 1964 alla Mostra del Cinema di Venezia, provocò forti proteste delle associazioni cattoliche, fu censurato e diede luogo ad un dibattito intellettuale intenso in Italia. Apertamente ateo e marxista, ma affascinato dalla fede, che egli definisce come "un'estensione della poesia", Pasolini ha sempre avuto rapporti conflittuali con la Chiesa. Nel 1963, fu condannato a quattro mesi di prigione per "insulto alla religione di Stato", a seguito della diffusione de La Ricotta, un film ritenuto blasfemo. 
           
Cinquant'anni dopo la sua uscita, Il Vangelo secondo Matteo è finalmente "perdonato", riferisce La Repubblica. Quanto all'Osservatore Romano, quotidiano della Santa Sede, lo definisce "il miglior lavoro cinematografico su Gesù". Nel film si può leggere "Cristo interpretato da un sindacalista, una Vergine incarnata dalla madre del regista [...] è nato prima di tutto, secondo Pasolini, da una rappresentazione intima in cui esprimere tutti gli elementi contrastanti di una ideologia travagliata"
            
Riconoscendo il valore dell'opera, il quotidiano cattolico crede che "l'umanità primitiva che il regista porta sullo schermo dà nuovo vigore alla parola cristiana che appare più attuale, concreta e rivoluzionaria [...] Il Vangelo secondo Matteo è un capolavoro, probabilmente il miglior film mai realizzato su Gesù". L'Osservatore Romano ha annunciato inoltre che il film, girato in 16 millimetri è stato digitalizzato dalla cineteca del Vaticano.  

lunedì 28 luglio 2014

Il profumo dell'amore. Tutto da annusare.

Come trovare il partner con l'odore?
Il concetto di "feste ai feromoni", serate per single, è semplice: basta annusare una maglietta già indossata da qualcuno per cadere sotto gli strali di Cupido. Trovare l'amore con l'odore. 
              
http://www.nyhabitat.com/fr/blog/2014/07/09/conseils-base-regles-savoir-vivre-new-york/
In un locale alla moda, un bar di Londra, c'erano decine di sniffingsacchetti di plastica da annusare. All'interno, niente d'illegale, una maglietta appena usata e puzzolente.
              
Audaci zitelli (traduci (single) partecipavano ad un "feromone party". Modo d'incontrarsi importato dagli Stati Uniti (L.A. silent movie theatre) basato sull'idea che l'odore giochi un ruolo chiave nella scelta di un partner sessuale. 
                
Tutt
i i partecipanti hanno accettato di indossare una maglietta di cotone per tre notti consecutive senza deodorante o profumo, da portare al party. L'indumento impregnato di emanazioni corporee è stato messo in un sacchetto di plastica trasparente, ciascuno con un numero, su sfondo rosa per le ragazze, blu per i ragazzi. 

"Datevi da fare e annusate tutti i sacchetti che volete e buon divertimento!" 
Incoraggiava l'organizzatore Judy Nadel, dai riccioli a cascata e piercing al naso. 
             
Qualche risata tra il pubblico, poi la frenesia afferra gli "sniffatori" intorno a un grande tavolo di campioni stipati: i più timidi aprono appena i sacchetti per annusare, i più sfrontati immergono le nari con un tuffo nel tessuto per non perdere il minimo effluvio. 

"Quello è stato indossato per diversi giorni, di sicuro ..." taglia corto un giovane che non vuole dare il suo nome. Poi, il suo amico S. L. di 23 anni, trova che le T-shirts "sembrano tutte uguali: Sudore, un po' di profumo o sentore di bucato". 
           
Coloro che hanno trovato l'odore dei sogni vengono fotografati con la borsa prescelta. Le immagini vengono poi proiettate sulla parete, dando la possibilità ai fortunati possessori delle magliette selezionate di manifestarsi. 
         

Un giovane uomo, con un filo di barba ben scolpito e camicia bianca molto aperta, decide di massimizzare le sue possibilità, selezionando più sacchetti, i numeri 35, 88, 52, 128, ecc. 
                  
"Il concetto è così strano che le barriere cadono, è un fantastico modo per rompere il ghiaccio", dice Judy, che ha lanciato questi "party ai feromoni" a Londra, quest'anno, prendendo questa idea lanciata negli Stati Uniti nel 2010 da un artista, Judith Prega. Un altro è previsto in Nuova Zelanda nel mese di agosto. 

Il principio di queste serate si basa su un esperimento eseguito nel 1995 da uno scienziato svizzero Claus Wedekind, con l'idea che i feromoni, sostanze chimiche, svolgano un ruolo importante nel comportamento sessuale degli animali, percepite anche dal esseri umani. 
             
Sei potenziali coppie si sono formate durante la prima serata londinese sul tema, nel mese di marzo, secondo Judy Nadel, che non sa, tuttavia, se queste storie sono durate. 
              
In una città molto propensa agli incontri alternativi, il concetto olfattivo ha sedotto notevolmente: i due "party feromonali" hanno attratto ogni volta 140 persone, dopo una ricalibratura della lista d'attesa. 
              
"Londra è una città meravigliosa e vibrante, ma è difficile incontrarsi, molte persone restano insieme relegate in gruppi piuttosto chiusi' è Judy che lo dice, insoddisfatto e annoiato dagli incontri sui siti di incontri tradizionali. 
               
Ad abundantiam, per stimolare ulteriormente gli "amorosi sensi", una massaggiatrice, tale Laurie Nouchka offre, durante le serate, trattamenti di aromaterapia ai partecipanti e dice: "Io uso una miscela di olio di geranio rosa e pepe nero per aiutare ad essere un po 'più rilassati". 
             
Dopo il massaggio, Marta, 33 anni, con la sorella Berta, 29 anni, si preoccupava di non vedere più la sua maglietta sul tavolo. Dove era finita?. Entrambe single, venute grazie ad un un amico, che aveva preso i biglietti (da 8 a 12 sterline). 
             
Entusiaste, respirano le T-shirt a pieni polmoni e osservano il loro aspetto, il colore, il modo in cui sono piegate o arrotolate a mo' di palla. 
            
Ma, più la serata si consuma, meno Marta pensa di incontrare la sua anima gemella, "qualunque cosa io abbia annusato, quel che vedo non mi piace affatto", afferma perentoriamente questa bruna loquace, guardando dove nessuno era ... "il suo tipo". 
    
Bob, 48 anni, sorseggia un bicchiere a poca distanza... "E 'abbastanza comico, ma ho paura che qualcuno annusi la mia camicia e poi la butti". Non è accaduto niente... , il mondo è ancora civilizzato come prima.

domenica 27 luglio 2014

La terra sfiorata dalla catastrofe Nel 2012 una gigantesca tempesta solare. Ricordate i Maya?

Nel 2012, una tempesta solare non è riuscita per un soffio a distruggere la civiltà moderna.

http://scitechdaily.com/new-sciencecast-video-details-carrington-class-cme-narrowly-missed-earth/
Secondo la NASA, per una sola settimana, di ritardo, una tempesta magnetica non colpì la Terra. Avrebbe causato danni su una scala senza precedenti. La Fine del mondo?

ScienceAtNASANel 2012, una potente tempesta solare ha mancato la Terra, avrebbe potuto interrompere tutti i circuiti elettrici e provocare il "ritorno della civiltà contemporanea al XVIII secolo", ha rivelato la Nasa
La tempesta, che si è verificata il 23 luglio 2012, la più potente da 150 anni, mancò il piccolo pianeta, secondo una dichiarazione dell'agenzia spaziale statunitense pubblicata sul suo sito web Mercoledì scorso. 
"Se l'eruzione fosse avvenuta una settimana prima, la Terra sarebbe stata in prima linea", 
ha dichiarato Daniel Baker dell'Università del Colorado.Il satellite STEREO-A, che controlla le tempeste solari, ha osservato con grande precisione lo svolgersi degli eventi, permettendo agli scienziati di concludere che la tempesta del 2012 non ha avuto uguale che a quella del 1859. 
             

Gli scienziati hanno stimato che l'impatto di una tempesta della grandezza simile a quella del 1859, se avesse colpito la Terra, sarebbe costata all'economia mondiale 2000 miliardi di dollari e causato un danno su una scala senza precedenti. Dato che le tempeste solari possono facilmente interrompere le reti elettriche e disturbare le telecomunicazioni, internet, il trasporto aereo o qualsiasi altro sistema basato sull'elettricità. 
              
Le tempeste solari nascono sulla superficie del sole. Queste esplosioni o eiezioni di massa coronale (CME) proiettano plasma ionizzato nello spazio a velocità elevate. I Venti solari carichi di radiazioni potenti risultanti da queste espulsioni di massa coronale causano tempeste geomagnetiche che interagiscono con il campo magnetico della Terra. Vi è il 12% di possibilità che una potente tempesta solare colpisca la Terra nei prossimi 10 anni, secondo il fisico Pete Riley, che ha pubblicato un articolo sul tema nella pubblicazione Space Weather all'inizio dell'anno. 


sabato 26 luglio 2014

Le rivalità e le amicizie gli odi e le comprensioni del vicino ORIENTE - Una grafica molto efficace

Nel Medio Oriente, chi ama chi e chi odia chi? Una Grafica con gli Smiley risponde                 
http://www.slate.fr/story/90163/tableau-proche-orient-amis-ennemis
La diplomazia è un'arte delicata. Lo sapevate che Israele ha buoni rapporti con l'Egitto? Che l'Iran ha ritirato il suo sostegno ad Hamas a causa della guerra in Siria? che l'Iraq accusa l'Arabia Saudita e il Qatar di finanziare lo Stato Islamico in Iraq e in oriente? 
              
Slate (fr) ha prodotto una tabella riassuntiva molto efficace dello stato delle relazioni tra paesi e movimenti politici in Medio Oriente. Per non parlare degli Stati Uniti, che svolgono un ruolo chiave nella regione. 
             
Andando sul sito e clickando su ogni smiley avrete una quadro più completo di quello che succede nel vicino Oriente.

venerdì 25 luglio 2014

Parcheggi riservati alle donne. Strisce rosa e posti piu larghi.

Le cinesi sanno parcheggiare? In Cina il dibattito è aperto ...

http://mashable.com/2014/05/30/south-koea-women-only-parking/

        
Machismo o galanteria? Un centro commerciale, con la creazione di spazi di parcheggio per le sue numerose clienti, sostenendo di voler migliorare le opportunità di parcheggio,  ha scatenato un notevole dibattito in Cina, paese teso, ufficialmente, sempre più verso la parità di genere. 
          
Situato nel cuore della città settentrionale di Dalian (vera e propria metropoli), il "centro commerciale "Dashijiedaduhui ricorda le migliaia di centri commerciali che accompagnano la frenetica espansione urbana cinese. 
        
Ci sono fast food, negozi di abbigliamento in franchising, un cinema multisala, ascensori di vetro, presi d'assalto e, in sottofondo, la musica accattivante per attirare gli acquirenti. 
                
Poi l'inevitabile Starbucks, luogo di incontro della classe media cinese che alterna cappuccino e la maratona vetrine, per poi ordinare online gli accessori di moda. 
            E' con il parcheggio che il Dashijiedaduhui è uscito un po' fuori dai binari.             

Le difficoltà delle conduttrici nel parcheggiare nel seminterrato angusto, hanno spinto i dirigenti a creare, all'aperto posti speciali riservati alle donne. Ispirandosi ad una idea già praticata in Sud Corea.
           
I dieci nuovi posti sono più ampi, in media 30 centimetri, segnati con vernice rosa di fronte all'ingresso principale.
"Parcheggio rigorosamente riservato alle donne",
è stato scritto, anche in rosa. 
                 
"Ma quale sessismo!" Si fanno sentire gli Insorti di Internet, nel criticare l'iniziativa che rafforza lo stereotipo della incapacità di valutare le dimensioni del veicolo della donna. 
                
"Questo è solo in apparenza galante, perchè sprezzante delle donne", dice qualcuno. Altri hanno rilevato "una discriminazione nei confronti dei conducenti di sesso maschile". 
                 
Accuse respinte in blocco dalla direzione del centro commerciale.

"Volevamo solo rendere le cose più facili per le donne, che rappresentano la maggior parte dei nostri clienti", 
assicura all'AFP Yang Hongjun, un gestore del azienda.
"Se i parcheggi sono più larghi per le donne, è solo per ragioni pratiche, ciò non significa che guidino peggio degli uomini".... Una cliente dal canto suo: "Non è sessista E' solo più conveniente" - Tuttavia, poi ammette - "Le donne hanno solo qualche preoccupazione in più perchè vedano bene in fase di parcheggio".
La Cina promuove ufficialmente l'uguaglianza di genere secondo i precetti marxisti-leninisti. FuMao Tse-tung a lanciare questa famosa frase: 

"Le Donne sostengono la metà del cielo" 
             
Ma in realtà un machismo persistente continua a pervadere settori interi della società. La politica cinese, per esempio, rimane saldamente ancorata ad un mondo maschile.

               
Mentre il mondo automobilistico, trasuda testosterone. Almeno se ci si riferisce alle innumerevoli campagne pubblicitarie dei grandi produttori, per i quali il maschietto, in Cina, rappresenta un importantissimo e primo mercato.
               
La frase più significativa che anima questo dibattito sui Social Network: "I due pericoli più grandi del pianeta sono gli uomini che cucinano e le donne che guidano" Così a Dalian polemiche e discussioni fioriscono magnificamente.
            
"Le donne non sanno come parcheggiare. Sono un po 'brusche al volante, si guardano solo e specchi spesso trascurano", dice Wu Zhicun, un dipendente del settore immobiliare.
            
Il parcheggio fa fiorire le polemiche, a Dalian, con reazioni esagerate causate, come l'anno scorso, a Pechino da un Avviso pubblicato dalla polizia per gli automobilisti di sesso femminile.
              
"Non guidare con i tacchi alti", "rilasciare il freno a mano prima di partire" si òegge tra i suggerimenti per la guida.
        
"... A volte le donne mancano di un senso di orientamento, esitano e non sanno che strada prendere", si ascolta dalla polizia di Pechino. Chie insiste sino a dire: «Sono spesso incapaci di trovare la loro destinazione, anche se ci sono andate molte volte."
                 
Il dibattito molto discutibile sulle donne al volante tende a nascondere, in Cina, un problema molto più acuto circa i comportamenti pericolosi e diffusi sulle strade. Sono gli uomini ad essere coinvolti nella maggior parte degli incidenti.

giovedì 24 luglio 2014

Violenza contro le donne - 700 milioni, vittime di matrimoni forzati ed escissioni

http://www.girlsummitpledge.com/


Più di 700 milioni di donne in tutto il mondo si sono sposate sin da quando erano bambine, ha denunciato Martedì il Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia (UNICEF), che ha organizzato una conferenza a Londra: "Girl summit 2014", la conferenza sulla lotta contro i matrimoni forzati e la escissione femminile, co-organizzato con il primo ministro britannico David Cameron è il primo del suo genere, secondo l'UNICEF. 

           

Esso mira ad ottenere il sostegno di tutto il mondo per porre fine ai matrimoni forzati e le mutilazioni genitali femminili, che colpisce più di 130 milioni di donne e bambine in tutto il mondo. 

           
Secondo i nuovi dati forniti dall'Organizzazione delle Nazioni Unite, oltre i 700 milioni di donne sono vittime di matrimoni forzati, più di un terzo (250 milioni) lo sono state quando non avevano neanche 15 anni. 

In particolare, per quanto riguarda le mutilazioni genitali femminili, praticate in 29 paesi dell'Africa e del Medio Oriente, l'UNICEF ha notato un miglioramento della situazione, dicendo che il rischio di un adolescente di subire l'escissione è stata ridotta di un terzo negli ultimi 30 anni . Dice l'Unicef:

"Ma senza l'azione molto più intensa e immediata da parte di tutti gli attori del contesto della società, centinaia di milioni di ragazze continueranno a subire ferite profonde e permanenti, oltre che completamente inutili".

lo stesso Direttore Esecutivo dell'UNICEF Anthony Lake ha detto in un comunicato

"Le ragazze non sono proprietà di nessuno, hanno il diritto di scegliere il proprio destino. Quando esercitano i propri diritti, tutti ne traggono vantaggio". 

Ai primi di luglio, una rapporto del parlamento britannico aveva definito "scandalo nazionale" il fallimento delle autorità britanniche nella lotta contro l'escissione che nel Regno Unito riguarda 170.000 donne. 
ha detto David Cameron: 
"Voglio costruire un futuro migliore per tutte le nostre figlie e accolgo con favore oggi il Girl summit 2014 perchè possiamo dire con una sola voce: cerchiamo di finirla una volta per tutte con queste pratiche", aggiungendo "tutte le ragazze hanno il diritto di vivere libere dalla violenza e dalla coercizione".
FGM (female girl mutilation) coinvolge tutti gli interventi costituiti interamente o parzialmente sulla rimozione deii genitali esterni delle donne per motivi culturali o religiosi. 
Questi possono causare gravi emorragie e problemi di minzione, e cisti più tardi, infezioni, sterilità, complicazioni durante il parto.

mercoledì 23 luglio 2014

Morire di crepacuore, per amore, si può.

La scienza conferma: Un cuore spezzato, lo dice lo stesso termine, può fermarsi e causare la morte.

Estate, sole, mare, vacanze. Lontano da casa, ti lasci andare e il tempo scorre rilassante. Per le coppie, una cosa è certa: l'amore è meglio in vacanza. 
                
"In vacanza, spesso abbiamo l'impressione di aver accumulato molta polvere nelle nostre avventure", dice l'Huffington Post. Lo stress e le responsabilità, che sono i maggiori ostacoli per una vita sessuale soddisfacente, lasciano spazio a spensieratezza e divertimento, intensificando le capacità di relazione.
           
Per alcuni è solo un'avventura che si concluderà quando le infradito saranno rimesse in borsa. Per altri, è l'inizio di una grande storia o un rinvigorirsi di una forte scintilla. Ma ... in guardia! perché se ne può morire.           

 http://www.theguardian.com/education/2012/feb/13/broken-heart-stress-cardiomyopathy-takosuboLa "sindrome del cuore spezzato"
Ogni storia d'amore spesso è in relazione con un cuore spezzato. Ma un cuore spezzato può causare la morte, come indicato in uno studio scientifico? Questo è stato il caso esemplare di una coppia di novant'anni nello stesso giorno dello scorso anno, come riporta il
 sito People
         
Due americani si erano incontrati nella scuola elementare, durante la guerra si sono inviati delle lettere, si sono sposati, hanno avuto sei figli e celebrato 65 anniversari di matrimonio. Nel mese di agosto 2013, quando uno è morto, l'altro gli è sopravvissuto solo per poche ore
            
Il loro caso non è isolato. Regolarmente, la stampa racconta le storie di uomini e donne morti per amore. La scienza ha definito questo fenomeno "sindrome del cuore spezzato". 
              
Una rottura improvvisa di un rapporto o la morte di un caro genera stress e ormoni in eccesso che impediscono al cuore di contrarsi normalmente.
          
http://m.nautil.us/issue/15/turbulence/can-you-die-from-a-broken-heartRoy Ziegelstein, un cardiologo presso la Johns Hopkins University of Medicine, ha spiegato il fenomeno a Nautilus: "Sappiamo che un intenso stress emotivo può causare molti problemi di cuore. Come nello sforzo fisico, il cuore ha bisogno di più ossigeno per uno sconvolgimento emotivo". Ma se l'emozione è al suo apice i vasi sanguigni non si dilatano. 
             
I ricercatori delle università di Harvard e Yamanashi hanno analizzato i risultati di 15 studi che hanno coinvolto 2,2 milioni di persone. Risultato: perdere il partner, aumenta del 41% il rischio di morte. Indipendentemente dall'età.

martedì 22 luglio 2014

Homo homini lupus

L'animale più pericoloso per l'uomo è ... 
Nel momento in cui si parla di attacchi di squali e del ritorno dei lupi, diamo uno sguardo ai più pericolosi per gli esseri umani... con alcune sorprese ... 
Il ritorno del lupo sembra susciti molte preoccupazioni. Perché il canide è considerato da molti come una specie pericolosa Allo stesso modo che lo squalo, la sua reputazione di mangiatore di uomini non è seconda a nessuno da quando Steven Spielberg ha girato "The Jaws". Eppure, se guardiamo alle statistiche, questi due predatori non hanno alcuna ragione per risultare spaventosi per le brave persone ... 

http://www.gatesnotes.com/Health/Most-Lethal-Animal-Mosquito-WeekInfatti, la creatura più pericolosa è la zanzara ...! Questo è almeno quello che mostrano le statistiche pubblicate sul sito di Bill Gates, l'ex capo di Microsoft, e rinvenuti da un blogger di Le Monde. Secondo questa infografica (a sinistra), questi insetti sono responsabili della morte di 725.000 persone all'anno, in media, nel mondo. La sua colpa riguarda la specializzazione nell'essere il vettore di tutti i tipi di malattie, a partire da malaria, dengue e chikungunya e tanto altro ... 
              
Proprio dietro questa terribile serial killer a sei zampe, vi è l'uomo stesso, autore di 475.000 morti ogni anno, a mezzo omicidio (guerre escluse). In terza posizione, ci sono serpenti velenosi, che anno dopo anno uccidono 50.000 persone in media in tutto il mondo. 
            
Al 4° posto cani, volpi e altri vettori di rabbia con circa 26.000 decessi ogni anno. al 5° posto, a pari merito, c'è ugualmente il trypanosoma, vettore della malattia di Chagas con la mosca tse-tse, responsabile della malattia del sonno, e lo schirtosoma che causa la schistosomiasi. Tutti autori di circa 10.000 vittime ogni anno. 
            
Poi c'è il parassita Ascaris lumbricoides (verme solitario, tenia solium) che uccide ancora, in media, 2.000 volte l'anno!, Molto più del coccodrillo (1000), ippopotamo (500), l'elefante o leone (100 decessi ciascuno)! 
                        
Dopo tutto questo, che dire dello squalo e del lupo? Con 10 morti all'anno in media per ciascuna di queste specie. Si arriva a classificarle come pericolose, dovrebbero essere definite addiritture "innocue"|. Forse bisogna continuare a mentire dimenticando innanzitutto l'adagio "homo homini lupus" ... checchè ne dica sir Francis Bacon 'Iustitia debetur, quod homo homini sit Deus, non lupus

lunedì 21 luglio 2014

Basic Insinct - Il regista mi ha ingannato - Rivela Sharon Stone dopo 22 anni

Sharon Stone scioccata dalla scena culto di "Basic Instinct"
L'attrice è tornata per la prima volta a parlare della famosa scena in cui lei scosta le gambe durante un interrogatorio. Ha dichiarato di sentirsi tradita mentra la guardava. Ecco perchè.
Basic Instinct e la scena delle gambe accavallate, Sharon Stone: "Il regista mi ha ingannato, gli ho dato uno schiaffo"
            

E' uno scena cult nel panorama del mondo cinematografico. Ricordate: Sharon Stone in minigonna invisibile, quando sposta le gambe provocatoriamente, durante gli interrogatori, lasciando intravvedere la sua bionda intimità agli occhi strabuzzati dei poliziotti? Questa sequenza molto calda ha fatto la fortuna del film "Basic Instinct" e spinto l'attrice alla celebrità. Ieri ha accettato per la prima volta di fare delle rivelazioni.

             

Circa 22 anni dopo l'uscita del lungometraggio diretto da Paul Verhoeven, Sharon Stone ha infatti le sue confidenze al settimanale Telecable Sat. Lei non ha apprezzato il modo in cui sono andate le cose. 
"Verhoeven mi ha chiese di togliere le mutandine bianche perché erano visibili durante le riprese. Ma nel contempo mi aveva promesso che non si sarebbe notato nulla alla fine. Solo poche settimane dopo ci ha presentato il film finito poco prima di andare a Cannes. Quando ho visto la sequenza, mi sono sentita tradita. Mi sono alzata e gli ho dato uno schiaffo". 
Lei tuttavia non glie ne vuole, da regista, ammette, che avrebbe fatto lo stesso. 
"Quello che mi ha colpita è stato il suo tradimento". 
Sharon Stone è molto grata al film: 
"Ha cambiato il corso della mia carriera. Vedo in Catherine Tramell (il suo personaggio nel film) come qualcuna che ha aiutato le donne a prendere il potere e, in qualche modo a farne parlare ancora oggi".

domenica 20 luglio 2014

Nudi nella città degli angeli - Tutto per la telerealtà

Naked Dating

Ballerini nudi hanno promosso un reality show nella Città degli Angeli. Un video pieno di sfocature artistiche.


Concepito per promuovere un reality show negli Stati Uniti, questo video, con un piano-sequenze piuttosto virtuoso, adotta il principio dei flash mobs diffusi dai social networks. Un paio di coppie si spogliano in un luogo pubblico e si può rimanere ammirati da un plasticismo impeccabile dei movimenti che abbozzano qualche passo di danza, tra i passanti quasi storditi. Gara di coreografie e movimenti di camera verso altri ballerini nudi, fino al campo largo che passa il testimone ad un climax all'americana. 
    
L'esteta che sonnecchia in ognuno di noi nota appena che le pudende degli artisti sono state accuratamente offuscate. Nella città degli angeli (che come tutti sanno, non conoscono il sesso), fa doppiamente effetto. 
    
Il primo di questo nuovo reality show, "Naked Dating (Incontri Nudi)" è stato pubblicato lo scorso Giovedi. Il suo principio è che i candidati in cerca di un anima gemella si incontrino nudi su un isola deserta. 

Da luglio a settembre CINEMA D'AUTORE itinerante a Gravina

cinema di strada 2014Comunicato stampa

"CINEMA DI STRADA 2014"
AL VIA LA PRIMA RASSEGNA DI CINEMA ITINERANTE



Cari amici e soci, 

vi segnalo che da Martedì 22 Luglio fino all'11 Settembre si svolgerà una rassegna di cinema d'autore, con classici, contemporanei e animazione sviluppata in 10 serate in chiostri e piazzette.

Progetto di cinema sociale che punta a valorizzare i luoghi, promuovere la cultura cinematografica e incentivare l'aggregazione.
In collaborazione e con il contributo del Parco dell'Alta Murgia, ci sarà la proiezione del documentario "Alta Murgia, una terra strana". 

IL Programma

Per il dettaglio vedi 

sabato 19 luglio 2014

Tendiamo a sceglierci amici geneticamente affini.

 http://edition.cnn.com/2014/07/14/health/friends-genetic-link/index.html
                
Le persone tendono a scegliere gli amici che siano geneticamente prossimi, tanto che persone della stessa cerchia sociale possono risultare più vicine ai cugini di quarto grado 

http://www.abc.net.au/science/articles/2014/07/15/4046163.htmUno studio pubblicato negli Stati Uniti mostra che gli amici più intimi sono, geneticamente, come i cugini di quarto grado. 
         
Questa ricerca si basa sulla banca dati del Framingham Heart Study, nello Stato del Massachusetts, che comprende circa 1,5 milioni di marcatori genetici delle persone e delle loro conoscenze. 

              
Gli autori dello studio pubblicato negli Atti della National Academy of Sciences concentrati su un gruppo di 1.932 individui. Hanno confrontato coppie di amici con coppie indipendenti di estranei. Gli individui appartenenti alla stessa cerchia sociale condivideva circa l'1% di geni simili, molto più delle persone che non avevano alcun legame di amicizia. La percentuale di somiglianze genetiche sono "dello stesso livello dei cugini di quarto grado". 
                
Anche se l'1% dei geni in comune sembra molto poco, "per i genetisti, questo è un dato significativo", dice il co-autore del lavoro, Nicholas Christakis, professore di sociologia, biologia evolutiva e della medicina alla Yale University. "In qualche modo, noi gestiamo una miriade di possibilità per scegliere come amici persone che assomiglino alla nostra famiglia". 
               
La maggior parte delle persone nello studio erano bianchi o di origine europea. Secondo i ricercatori, queste analisi hanno dimostrato che i legami genetici tra amici vanno ben oltre quello che ci si potrebbe aspettare, cioè nella capacità di trovare persone tra coloro che condividano gli stessi antenati o di circondarsi di individui dello stesso gruppo etnico. 

venerdì 18 luglio 2014

Incredibile: Spielberg accusato di uccidere i dinosauri, nel vero senso del termine

Una immagine di repertorio scatena il panico nel web. Steven Spielberg passa per cacciatore spietato. Incredibile ma vero ...
http://fogsmoviereviews.com/2012/05/20/movies-that-everyone-should-see-jurassic-park/
Questa potrebbe essere tranquillamente una favola dei tempi moderni il mescolarsi della potenza di Internet con la catta ignoranza generale. Il burlone Jay Branscomb, noto buontempone, si è divertito a pubblicare, sui social network, Spielberg, in una foto che mostra una pausa di lavoro con un dinosauro morto, riciclata dal vecchio Jurassic Park, durante le riprese. Il Triceratopo stecchito, in questione, non è ovviamente che una finta riproduzione utilizzata nel film. 

Per dare più corpo alla sua gag, si atteggiava a vendicatore della specie con fare aggressivo, mascherando bene la sua identità di buontempone:
"... una vergognosa Foto di un cacciatore che posa accanto a un triceratopo appena massacrato. Vi ringrazio per la condivisione. Che il mondo possa additare il disonesto colpevole alla pubblica condanna. E' disgustoso uccidere un animale innocente!"
Non l'avesse mai fatto!  Il Web, è stato rapidissimo nel reagire, senza riflettere nemmeno un attimo sulla foto né sulla natura ironica del post. Ed ecco il povero Spielberg in pasto alla folla iraconda, criticato per la sua caccia sanguinaria, presentato come un macellaio di specie rare scomparse ... da decine di milioni di anni, ma chi se ne frega! 
           
La foto è stata condivisa più di 30.000 volte, generando migliaia di commenti per niente consapevoli di prestarsi al gioco senza capirne niente.
- "... è disgustoso. - Uccidere un animale innocente! - È una specie di bisonte è enorme!
... sino all'ingenuo: 
- "Vergogna, Non ci si meravigli che siano scomparsi molto tempo fa. Un tarato come quello ne ha ucciso uno appena scoperto. Dovrebbe essere in carcere".
un altro ancora:
- "Questo spregevole, apprendiamo su twitter, che stermina dinosauri per fare i suoi film!"
- "Mi deludi così tanto. Non guarderò mai più i tuoi film, assassino di animali!"
In questo bestiario mediatico, che fa molto ridere e rabbrividire, ci sono ancora alcuni lampi di intuizione che potrebbero servire ad educare le masse completamente cieche. 
- "Sei stupido o cosa! - Reagisce un lettore. - Questo animale non è vero viveva 66 milioni di anni fa! E' un modello per quel film! Alcune persone sono talmente ignoranti ... "
e altri, più fatalisti: 
"Dopo aver letto un sacco di questi commenti, ho un solo desiderio, abbandonare Internet per evitare nella mia vita di ritrovarmi con persone con un quoziente intellettivo così basso".
L'autore non chiedeva molto: voleva solo far rimbalzare la controversia che circonda Kendall Jones ma non solo, questo giovane cacciatore americano che di recente ha fatto scandalo pubblicando su Facebook trofei di caccia. Per quanto riguarda Steven Spielberg, tutto 'sto pandemonio ha avuto il merito di ricordare che il prossimo Jurassic Park, quarto del suo genere, sarà pronto nelle sale il 10 giugno 2015, compreso Omar Sy

Le riprese, attualmente guidate da Colin Trevorrow, rimangono top secret. Tutto quello che sappiamo è che un nuovo parco di dinosauri, probabilmente acquatico, è aperto al pubblico prima che un ulteriore incidente disturbi, con i safari, le bestie preistoriche. In breve, un massacro prossimamente di là da venire ...

giovedì 17 luglio 2014

Se non hanno pane, che mangino una brioche!

Maria Antonietta non ha mai detto: "Se non hanno pane, che mangino la brioche!" 
             
Questa frase l'ho sentita ripetere sere fa a distanza di due tavoli dal nostro ... ero alla pizzeria di Marika, con amici. Del resto, in prossimità del 14 luglio la citazione poteva anche andare. 

"Pane! Pane!» Gridò la folla di donne affamate, avvicinandosi a Versailles il 5 ottobre 1789 (il 5-6 ottobre del 1789, Luigi XVI e la corte intera furono costretti a trasferirsi a Parigi, svuotando definitivamente la reggia) Maria Antonietta sarebbe incorsa in una frase a dir poco inopportuna:

"Se non hanno pane, che mangino brioches!"
Questa frase è incisa nella nostra memoria collettiva. Eppure, probabilmente, non si è mai verificata. Infatti, la frase appare in un libro di facezie agli inizi del XVIII secolo, e anche nelle "Confessioni" di Jean-Jacques Rousseau, scritto nel 1782:
«Infine mi ricordai il ripiego [suggerito da] una grande principessa a cui avevano detto che i contadini non avevano pane e che rispose: che mangino brioche. Comprai brioche».
In realtà non si trattava della "grande principessa", ma forse, originariamente, un imperatore cinese nel terzo secolo, Jin Huidi,  La storia è riportata dal Zizhi Tongjian (una celebre opera del XI secolo). Informato che al popolo mancava il riso, l'imperatore Jin Huidi aveva sogghignato:
"Perché non mangiano carne?"
__________________

Sere fa ero, dicevo, in pizzeria, con amici, e qualcuno, a qualche tavolo distante da noi, fece questa citazione, non so perchè. La pizza era buonissima e ... per quella strana associazione di idee che talvolta accade, tra me e me, avevo sostituito 'pizza' a brioche ricordando un'analoga citazione attribuita dal popolo impertinente all'assessore alla cultura nostrano durante una cena di compleanno qualche giugno fa ....