domenica 14 agosto 2016

La "donna della giungla" si ricongiunge con la sua famiglia

Cambogia: Una giovane donna che aveva riempito le cronache di tutto il mondo e fatto sensazione per essere uscita dalla giungla da nove anni, tanto da valerle l'appellativo di "donna della giungla", ieri, sabato è ritornata alla sua famiglia. 
http://guardian.ng/news/cambodias-jungle-woman-returned-to-vietnamese-father/

"L'abbiamo restituita a suo padre vietnamita. Sia la mia famiglia che la sua famiglia vietnamita, insieme, abbiamo pianto nel vederla ricongiunta ai suoi", ha detto Rochom Khamphy, della famiglia che aveva adottato la bambina in Cambogia. 

La storia iniziò nel 2007, quando la giovane donna, nuda e sporca, venne fuori dalla giungla nella remota provincia di Ratanakkiri (nord-est della Cambogia, vicino al confine vietnamita). 

Era stata presa mentre tentava di rubare del cibo da un contadino ed era stata descritta dai testimoni: "camminava piegata come una scimmia". 

Ignorava, tra l'altro, l'uso delle posate, insieme ad altri comportamenti antisociali e fu soprannominata "la donna della giungla", alcuni sostenevano fosse cresciuta nella giungla. 

Una famiglia locale tuttavia aveva detto che era la loro figlia, Rochom P'ngieng, scomparsa alla fine degli anni 1989, all'età di otto anni, quando aiutava all'allevamento di un bufalo. 


http://www.japantimes.co.jp/news/2016/08/01/asia-pacific/vietnam-paternity-twist-in-cambodias-jungle-woman-sage/#.V6-xkyiLQ1IMa di recente, un settantenne Vietnamita aveva detto di aver riconosciuto sua figlia, dalle foto pubblicate su facebook e, secondo le cronache, grazie ad una macchia sul labbro. La figlia, con disturbi mentali, scomparsa, peraltro, solo nel 2006. Si pensa abbia vagato per la giungla per diversi anni. 

Ha accettato di pagare l'equivalente di 1.300 euro alla famiglia adottiva per riprendersi in cura sua figlia. 

Nessun commento: