giovedì 1 febbraio 2018

I cambiamenti indotti da #MeToo dopo l'affare Weinstein saranno duraturi nella società.

Per oltre la metà degli americani, l'indignazione dopo l'affare Weinstein creerà un cambiamento duraturo nella società. 

http://abcnews.go.com/Politics/ten-hope-lasting-change-sexual-harassment/story?id=52550296Più della metà degli americani (62%) ritiene che il movimento MeToo ('anch'io'), lanciato dall'attivista afro-americana Tarana Burke dopo l'affare Weinstein, creerà un cambiamento duraturo nella società. cioè come considerare le molestie sessuali. Questo è quanto afferma un sondaggio americano, condotto da Langer Research Associates per ABC News e Washington Post. 

Un totale di 1005 adulti sono stati intervistati telefonicamente dal 15 al 18 gennaio 2018. Sembra che l'età influenzi le convinzioni. Le persone sopra i 50 anni sono più ottimiste riguardo a questo 'cambiamento durevole' rispetto ai giovani. Sono il 71% a crederci contro il 55%. 

Il sondaggio ha rivelato ancora una volta che questa consapevolezza era più importante tra gli uomini. Rispetto allo studio condotto nell'ottobre 2017, quello di oggi, sembra che registri il 10% in più tra coloro che considerano le molestie sessuali come 'un problema da risolvere' (81%), contro un aumento del 5% tra le donne (86%). Inoltre, il 67% degli uomini e il 77% delle donne lo considerano un problema 'serio'. 

Inoltre, ABC News, ha sottolineato che solo il 32% degli intervistati ha ritenuto che la copertura mediatica della violenza sessuale contro le donne fosse 'troppo distante'. 

Si può ancora leggere che tra i Democratici intervistati (31%), il 92% considera le molestie sessuali come un problema. Per quanto riguarda i repubblicani (23%), il 74% ha espresso lo stesso punto di vista. 

Tuttavia, va notato che la maggiore presa di coscienza è stata tra i repubblicani. In effetti, erano il 58% a condannare le molestie sessuali nell'ottobre 2017. Oggi sono il 16% in più. 

Nessun commento: