venerdì 15 luglio 2016

Succhiare il pollice riduce il rischio di allergie

I bambini che succhiano il pollice o mordono le unghie hanno meno probabilità di sviluppare allergie successivamente, secondo uno studio statunitense pubblicato lunedi 11 luglio
http://well.blogs.nytimes.com/2016/07/11/do-dirty-habits-help-the-immune-system/
Se si combinano queste due "cattive abitudini", questi bambini saranno probabilmente meno sensibili agli acari della polvere, fieno, peli di gatto, cani e cavalli o spore di muffa nell'aria, ricercatori hanno determinato, il cui lo studio appare nella rivista medica americana Pedriatrics

"I risultati supportano la teoria, in materia di igiene, secondo la quale essere esposti, molto giovani alla sporcizia o ai germi riduce il rischio di sviluppare allergie" dice il Dott Malcolm Sears della Facoltà di Medicina alla McMaster University in Canada, autore principale della ricerca. 

"Non è consigliabile incoraggiare queste abitudini nei bambini, tuttavia questo studio sembra mostrarci un lato buono", ha aggiunto. 

Per questo studio, i ricercatori hanno lavorato in Nuova Zelanda con un gruppo di 1.000 bambini nati nel 1972. Essi hanno scoperto che il 31% dei bambini spesso succhiano il pollice o mangiano le unghie. 

Tra tutti i partecipanti, testati dai 13 fino ai 32 anni, il 45% ha mostrato una predisposizione alle allergie. Ma quelli che succhiavano il pollice o mangiavano le unghie, solo il 40% ha avuto allergie. Nel gruppo di quelli che combinavano le due abitudini questa percentuale è scesa al 31%. 

La mancanza di allergia tra i bambini ha persistito in età adulta. Tuttavia, questo studio non ha determinato un legame meccanico tra il fatto di succhiare il pollice o mangiarsi le unghie e lo sviluppo di asma, febbre da fieno o allergia ai pollini. 

Nessun commento: