domenica 8 marzo 2015

Il capitalismo sta boccheggiando? Jeremy Rifkin e la terza rivoluzione industriale.



Stiamo assistendo agli ultimi sussulti del Capitalismo?
http://www.amazon.it/La-terza-rivoluzione-industriale-Saggi-ebook/dp/B0060KQVWUIl saggista americano Jeremy Rifkin è convinto di intravvedere forti segnali della terza rivoluzione industriale, la fine del capitalismo. A meno che non si tratti di una nuova mutazione di un modello più autoritario, come ha osservato il filosofo sloveno Slavoj Zizek.

Come si giunge al concetto di "terza rivoluzione industriale". 
La prima iniziò in Gran Bretagna alla fine del XVIII° secolo, con la meccanizzazione dell'industria tessile, la seconda negli Stati Uniti nei primi anni del XX° secolo, con le catene di montaggio, che ha inaugurato l'era della produzione di massa. Il concetto di "terza rivoluzione industriale", reso popolare da Jeremy Rifkin, significa il passaggio alla tecnologia digitale, che inizia dalla fine del 1950 con l'adozione e la proliferazione dei computer digitali. 

L'Internet delle cose, degli oggetti  é concetto che si riferisce alla capacità di collegare qualsiasi dispositivo a Internet: telefoni cellulari, tablet, e-reader, lettori MP3, così come macchine da caffè, lavatrici, lampade ... Ma può anche essere applicata ai motore a reazione di un aereo o ad un trapano f ad un pozzo petrolifero. 

Secondo Rifkin, "ora ci sono 11 miliardi di sensori che collegano i dispositivi all' 'Internet of Things'. Entro il 2030, ce ne saranno 100  di miliardi di sensori installati sulle risorse naturali, linee di montaggio, magazzini, reti di trasporto, rete elettrica e flussi di riciclaggio". 

Un primo approccio al libro è possibile attraverso il link (vedi foto) per una lettura dell'estratto e poi magari .... sarà sempre possibile approfondire comprando il libro. 

Vedi anche:

Nessun commento: