giovedì 31 marzo 2016

Come fare gli origami? Lo spiegano alle Officine culturali.

Comunicato stampa




Le Officine Culturali di Gravina in Puglia, in collaborazione con LES CLOCHART organizzano un laboratorio dedicato all'arte degli ORIGAMI!

Lunedì 18 Aprile 2016 ore 17:00

presso le Officine Culturali

via San Vito Vecchio, 8
Gravina in Puglia

il Laboratorio si rivolge a bambini di 
età compresa tra i 5 e 14 anni

QUOTA DI ISCRIZIONE 10,00 EURO

TERMINE ISCRIZIONI 17 APRILE 2016

ARTE MANUALE ... ARTE ECOLOGICA ... ARTE LONTANA MA VICINA!

Fare origami è un'arte che abbiamo importato dai giapponesi, strettamente legata alla religione shintoista che da una valenza sacrale alla carta: in giapponese la parola carta e dei si pronunciano entrambi kami.
Le prime forme di origami, dette go-hei, erano costituite da semplici strisce di carta piegate in forme geometriche e, unite ad un filo o ad una bacchetta di legno, utilizzate per delimitare gli spazi sacri.

A causa dell'estrema semplicità di queste prime forme di piegatura della carta, alcuni fanno invece risalire l'origine dell'origami all'epoca Muromachi (1392-1573), riconducendola alle cerimonie del dono augurale del noshi-awabi ai samurai: questo particolare mollusco, simbolo dell'immortalità, veniva offerto all'interno di un astuccio di carta, che con il passare del tempo divenne piegato in modo sempre più complesso fino ad acquistare dignità di dono in sé. 

È uso giapponese donare un origami a forma di gru. Infatti la gru (per i giapponesi) è simbolo di purezza. 

E NOI CHE FORMA E CHE SIGNIFICATO VOGLIAMO DARE AL NOSTRO PEZZO DI CARTA ... BIANCA, COLORATA O RICICLATA? 

_____________
Comunicato stampa a cura di
Officine Culturali "Peppino Impastato" - Gravina in Puglia
-----------------------------------------------

Nessun commento: