mercoledì 30 marzo 2016

Estrazioni e rischio terremoti

Milioni di persone a rischio di terremoti
L'estrazione di petrolio o di gas attraverso la fratturazione idraulica potrebbe causare terremoti. 
http://www.usgs.gov/blogs/features/usgs_top_story/induced-earthquakes-raise-chances-of-damaging-shaking-in-2016/?from=title
Circa sette milioni di persone vivono nella zona centrale e orientale degli Stati Uniti, dove la fratturazione idraulica può causare terremoti che possono danneggiare gli edifici. Questa è la conclusione di un rapporto dell'Istituto americano di geofisica pubblicata lunedi. 

Oklahoma, Kansas, Texas, Colorado, New Mexico e Arkansas sono, nell'ordine, le più esposte, secondo la United States Geological Survey (USGS). Ha anche osservato che Oklahoma e Texas ospitano la più numerosa popolazione esposta a questo rischio. 

In alcuni luoghi, la distruzione può essere causata sia da eventi naturali che da terremoti originati dalle operazioni di fracking. Questa tecnica consiste nell'estrarre petrolio e gas naturale iniettando acqua ad alta pressione in pozzi profondi sotto falda. 

In queste regioni, il rischio sismico è simile a quello della California, che è molto alto. 

"L'innesco dei terremoti causati dalle attività umane è aumentato notevolmente nella nostra valutazione del rischio in molte parti degli Stati Uniti", ha dichiarato Mark Petersen, responsabile della mappatura sismica dell'USGS. 

"Questo studio dimostra anche che una gran parte del paese corre un rischio significativo di terremoto, con danni durante l'anno, per cause naturali o risultanti da fracking", ha aggiunto in una conferenza stampa. 

Questa è la prima volta che l'USGS ha pubblicato una mappa del rischio sismico derivante da fratturazione idraulica. In precedenza, solo i rischi di terremoto naturale erano stati coinvolti nelle sue previsioni. 

"Negli ultimi cinque anni, l'USGS ha riferito di potenti scosse e danni in sei stati più a rischio e questi terremoti originati per la maggior parte da attività di fratturazione", ha detto Mark Petersen. 

Gli scienziati hanno identificato 21 siti, sotto osservazione negli ultimi anni, con un aumento di terremoti causati da fracking. 

La loro mappa mostra tutti i terremoti, naturali e derivanti dalla fratturazione, che si sono verificati tra il 1980 e il 2015 nella zona centrale e orientale degli Stati Uniti, con una magnitudo pari o superiore a 2,5 gradi della scala Richter. 

Questa relazione è un supplemento alla valutazione del rischio sismico USGS che copre i prossimi cinquanta anni circa la durata stimata di un edificio. 

Nessun commento: