venerdì 19 febbraio 2016

Incredibile: personaggi per bambini arrestati perche senza veli. Accade in Arabia.

eclama in un tweet Najwa Hammoud

La Polizia saudita della Committee for the Promotion of Virtue and the Prevention of Vice (Comitato per l'imposizione della virtù e l'interdizione del vizio), la polizia religiosa per intenderci, ha arrestato un figurante ed il suo compagno, vestito da mascotte comparso all'inaugurazione di un negozio di caramelle nella capitale Riad, perché il personaggio non indossava l'abito di rigore islamista imposto alle donne nel regno. Peggio ancora, si è scoperto che ad indossare il costume era in realtà un uomo, che faceva 'gesti inappropriati con un altro uomo vestito con il suo stesso personaggio maschile, per questa inaugurazione. 
https://twitter.com/hashtag/%D8%A7%D9%84%D8%A7%D9%85%D8%B1_%D8%A8%D8%A7%D9%84%D9%85%D8%B9%D8%B1%D9%88%D9%81_%D8%AA%D8%B9%D8%AA%D9%82%D9%84_%D8%AF%D9%85%D9%8A%D9%87?src=hash
Su Twitter, gli scherzi sono all'ordine del giorno, in questo caso si sono moltiplicati vertiginosamente, come anche le proteste circa l'erosione delle più elementari libertà ancora rimast. Molti hanno pensato che l'incidente non si fosse effettivamente verificato. 


È vero? Sì, è vero. La polizia religiosa ha arrestato davvero i figuranti in costume: le reazioni si possono trovare pungenti e sarcastiche sull'hashtag #الامر_بالمعروف_تعتقل_دمية (#La polizia del vizio ha fermato una mascotte). 
Najwa, seguita da 216.000 persone su Twitter, condivide questa notizia sulla polizia del vizio, con una quantità di dettagli succosi sull'incidente. Altrettanto fa Dana. Naifco condivide, nel senso che lo manda in pasto a tutti, anche il comunicato della polizia, che tradotto suona così: 
"Fino ad oggi, abbiamo ricevuto numerose segnalazioni circa due bambole, una con l'aspetto di un uomo, l'altra una donna che hanno compiuto azioni inaccettabili davanti al negozio Sanabil Al Salam. La loro presenza ha attirato una grande folla nella strada di Re Abdulla. Siamo andati sul luogo e abbiamo scoperto che due bambole di dimensioni umane eseguivano quello per cui erano accusate. Abbiamo trovato un uomo in un costume femminile. Dopo aver contattato il Soprintendente per l'area Kharj, abbiamo parlato con l'uomo vestito da bambola e gli abbiamo fatto sottoscrivere, con il suo supervisore, una dichiarazione che prometteva che gli eventi non si sarebbero ripetuti. Gli abbiamo ricordato Allah e, che quello che stava facendo, fingendo di essere una donna è proibito dalla sharia. Essi hanno espresso rimorso. Li abbiamo ingiunto di seguirci alla stazione di polizia per completare le formalità". 

L'incidente ha fornito a molti l'occasione, come dicevo, per lamentarsi dell'erosione delle libertà nel regno ultra religioso. tra i rimpianti di Aziz Alqenaei e moltissimi altri. 


hashtag tradotto: La polizia religiosa ha arrestato un "fantoccio" a Riyadh 
L'articolo originale cui questo è ispirato è su global Voices

Nessun commento: