domenica 21 febbraio 2016

Parigi. A pochi mesi dal 13 novembre, il video per la prevenzione del governo

Il video spiega cosa fare durante un attacco. 

Tre mesi dopo le uccisioni del 13 novembre, il governo ha rilasciato una clip per imparare "il riflesso per proteggersi in caso di un attacco terroristico". 


Il video, della durata di 2 minuti e 40, comprende diverse sequenze articolate intorno al "Trittico: Fuga - Nascondersi - Allerta, più una sezione introduttiva al pronto soccorso", come dice il primo ministro in una dichiarazione. 

Il consiglio rimane lo stesso: fuggire se le condizioni lo permettono. Se possibile, aiutare gli altri a lasciare il luogo del pericolo, evitare l'esposizione, avvisare la gente del pericolo imminente e dissuaderla dal restare. 

Se la fuga non è possibile, deve fermarsi e barricarsi, o altrimenti nascondersi dietro una barriera solida come una parete o pilastro, spegnere la luce e mettere il telefono in silenzio e senza vibrazione. 



Una volta al sicuro, si raccomanda di chiamare i numeri di emergenza (17 e 112 per la Francia) e, all'avvicinarsi della polizia, per non correre incontro o con movimenti bruschi, e di alzare le mani in aria, con le palme aperte. 


Si consiglia inoltre di identificare le uscite di emergenza quando si entra in un luogo, non diffondere alcuna informazione sull'intervento delle forze di sicurezza, e di non diffondere informazioni non verificate sui social network.

Il video spiega anche alcune azioni di emergenza: come eseguire un punto di compressione in caso di sanguinamento o come mettere un laccio emostatico. 

Nel 2015, la Francia è stata colpita da una doppia serie di attacchi nel mese di gennaio contro il giornale satirico Charlie Hebdo (17 morti) e nel mese di novembre contro lo Stade de France, terrazze da caffè e la sala da concerto Bataclan (130 morti e diverse centinaia di feriti). 



___________________
Vedi anche: 

Nessun commento: