venerdì 19 febbraio 2016

Consentite la armi in classe, all'università. Accade in Texas.

La direzione dell'ente ha dovuto rispettare una nuova legge dello Stato. 
Protesters gather on the University of Texas campus in October to oppose a new state law that expands the rights of concealed handgun license holders to carry their weapons on public college campuses. Despite opposing the ruling, the university's president had to approve the law on campus Wednesday.
L'Università del Texas, nel sud degli Stati Uniti, ha autorizzato, sia pure suo malgrado, mercoledì scorso, i suoi studenti ad indossare un'arma in classe, cedendo ad un progetto di legge adottato dai parlamentari locali che ha cassato il divieto finora in vigore. 

"Non credo che le pistole appartengano ad un campus universitario, per cui questa decisione è stato il problema più grande della mia presidenza fino ad oggi", ha lamentato Gregorio Fenves, il presidente dell'università. 

Il dibattito che circonda questa decisione è particolarmente sentito negli Stati Uniti come nell'Università del Texas ad Austin, teatro nel 1966 della prima sparatoria di massa in un campus universitario del paese. 

A quell'epoca, un ex Marine, Charles Whitman, uccise 14 persone e ne ferì altre 31 quando aprì il fuoco dalla torre dell'orologio che serviva da osservatorio. 

"Sono solidale con i molti docenti, personale, studenti e genitori di studenti che hanno firmato le petizioni, inviate via e-mail e lettere, che si sono organizzati per bandire le armi nel campus e in particolare nelle aule", ha insistito. 

In effetti, diversi membri di facoltà avevano minacciato di andarsene se dovessimo permettere il trasporto di armi all'interno dell'istituzione. 

Dei parlamentari dello stato conservatore si arresero nel mese di agosto alle lusinghe dei lobbisti pro-armi, convinti che una recente ondata di sparatorie nelle scuole degli Stati Uniti potrebbe essere evitata se gli studenti potessero rispondere con le armi. Essi hanno quindi approvato un disegno di legge che ha rivisto ik divieto delle armi nei campus universitari pubblici. 

"La presenza di pistole in un istituto di istruzione superiore è in contrasto con la nostra missione educatrice e la ricerca che si basa sul nostro interrogarci, sulla libera espressione e il dibattito", ha detto Gregory Fenves, aggiungendo che le università private del Texas hanno continuato ad applicare il divieto di armi nei campus. "Tuttavia, in qualità di Presidente, ho l'obbligo di applicare la legge". 

Le armi possono ancora essere bandite da eventi sportivi, mense universitarie, infermerie, alcuni laboratori e sale di soggiorno. 

L'Università del Texas a Austin, piuttosto nota, è una delle più grandi istituzioni pubbliche degli Stati Uniti: Ospita circa 51.000 studenti. 

Nessun commento: