sabato 14 marzo 2015

Non perderai più il bagaglio. Ti aiuta la tecnologia.

http://www.nytimes.com/2015/03/10/business/smart-luggage-for-the-connected-age.html?_r=1

Doveva succedere ... A forza di perdere i bagagli in viaggio, era necessario che la tecnologia venisse in soccorso. La storia non ci dice quante volte Kevin Harwood abbia perso le valigie, ma l'ingegnere texano ha deciso di porre rimedio a questo inconveniente riempiendo il suo bagaglio di elettronica: nasce la valigia collegata

La valigia disegnata da Kevin Harwood, e presentata dal New York Times, è dotata di sistema GPS, per trovarla, in caso di smarrimento, per colpa della compagnia aerea, per una svista in un albergo o un taxi o durante un viaggio. 
Ma non è tutto. Questa valigia ha anche un caricatore per i computer portatili e telefoni cellulari, e il sistema Bluetooth per aprirla o chiuderla ...

Kevin Harwood ha anche avvisto una startup che è su una piattaforma di crowdfunding per raccogliere 2 milioni dollari necessari per l'avvio della produzione.  Il primo esemplare, denominato BlueSmart, sarà in vendita nel mese di ottobre. 

Ma non sarà solo sul mercato. Il New York Times riporta che i produttori tradizionali come Samsonite, Delsey o Andiamo, si sono già mossi in questa direzione. Si aggiunga che la valigia sarà dotata anche di wi-fi, per i momenti di attesa nelle stazioni e aeroporti, senza inveire contro la mancanza di connessione  (oltre a caricabatterie, bluethoot ecc.. Delsey sta lavorando per un accordo con Air France per collegare le sue valigie al sistema della compagnia aerea. 

Inutile dire che tale bagaglio non sarà a buon mercato, in un primo momento, ma, come tutti gli oggetti elettronici, rapidamente passerà ad un mercato di massa. L'era del bagaglio collegato è in dirittura d'arrivo ...

Nessun commento: