martedì 17 marzo 2015

Love Life esplora i sintomi simil-influenzali dopo l'amore.

Febbre, stanchezza, noduli: le persone da poco infettate da HIV hanno spesso sintomi simili a quelli influenzali. L'Ufficio Federale per la Salute Pubblica (CH) lancia la sua nuova campagna contro l'AIDS.

Pagina iniziale - LOVELIFE - Nessun rimpianto

E se non fosse un semplice raffreddore? 
Quest'anno, la campagna Love Life si concentra sui primi segni della malattia. Subito dopo l'infezione da HIV, la maggior parte delle persone sviluppano sintomi simili all'influenza. Durante questa fase di "infezione primaria", questi pazienti possono presentare febbre, affaticamento, presentano noduli o mal di gola. Questi segni scompaiono dopo due o tre settimane. 


In Europa, nei servizi di emergenza, il 3-5% dei pazienti con sintomi influenzali soffrono di infezione primaria da HIV, fa notare l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) e aggiunge che se un medico è consultato rapidamente, la somministrazione immediata di un trattamento adeguato limiterà i danni causati dal virus. Il paziente potrà allora adottare contromisure opportune ed un atteggiamento corretto come il "sesso sicuro", proprio quando il contagio può essere particolarmente virulento. 


Rispetto alla campagna "Lovelife" dello scorso anno, che ha sollevato polemiche e spinto ad un ricorso presso il Tribunale amministrativo federale, si rimane molto più concentrati sul campo medico. Una scelta presa dall'UFSP che dice "nessun rimpianto" sulla stagione precedente e che vuole continuare a produrre messaggi forti in futuro. 

Il video, pubblicato nell'agosto scorso, ha suscitato molte polemiche, non ultime quelle che lo hanno assimilato a quelli del filone porno. É possibile visionarlo con un click sull'immagine sottostante. 

Nessun commento: