giovedì 19 marzo 2015

Lasciateci scegliere i nostri servizi igienici!. Protesta dei transgender a proposito di bagni pubblici.

I transgender pongono un quesito e chiedono di poter scegliere i servizi igienici più congeniali alla loro sessualità.

http://www.bbc.com/news/blogs-trending-31860346?Bisogna essere nati donne per avere accesso a servizi igienici femminili? In alcuni stati degli Stati Uniti e Canada, la legge che disciplina i bagni pubblici è ormai un tema che divide.

Alcune persone sulle porte dei bagni pubblici creano polemiche in America del Nord. Da un lato, ci dice la BBC, c'è gente transgender che ha cambiato sesso e che "rivendica il diritto di usare il bagno da loro scelto, a prescindere dal loro sesso biologico". Dall'altro, i conservatori sostengono che garantire tale libertà possa "rendere le persone più vulnerabili a situazioni traumatiche o inappropriate o addirittura molestie sessuali".

Così, progetti dilegge in Minnesota e Kentucky stanno studiando l'ipotesi di imporre l'uso WC nelle scuole superiori riferendosi al sesso di nascita. Nella stessa direzione Florida e Texas, con un testo che si propone di regolare l'accesso a tutti i bagni pubblici in base al genere biologico di nascità, costringendo, così, gli uomini diventati donne ad usare solo il bagno degli uomini, per esempio con l'ashtag #weneedtopee, (dove faccio pipì?) per difendere le loro opinioni ed evidenziare le loro preoccupazioni, le persone transgender hanno lanciato una campagna che non passa inosservata sui social network, con selfies presi nei bagni pubblici, accompagnando all'hashtag i propri selfies nel bagni pubblici. 

Uomini in posa nei bagni per le donne e viceversa, mettonoo in evidenza l'incongruenza della situazione che potrebbe causare questa legislazione. 

"Arrivo, mi metto allo specchio con la fidanzata dietro di me, scatto rapidamente un Selfie prima che qualcuno possa vedermi nel bagno delle donne", riflette sulla catena KTTC Michael Hughes, un uomo nato donna che partecipa alla campagna online. 

"Spero che gli eletti ed elettori più conservatori facciano un passo indietro rispetto alla situazione", ha detto. Il movimento è apparso anche in Canada recentemente, un senatore cerca di regolamentare l'utilizzo del bagno pubblico in base al sesso di nascita, "per evitare che le persone vulnerabili, soprattutto ledonne, siano traumatizzate nel condividere il loro spazio con una persona biologicamente maschio", riferisce la BBC. 

Nessun commento: