lunedì 8 agosto 2011

L’ospedale della Murgia di Altamura.

Udite udite quel che la corte celeste in quel di Altamura ha disposto nel febbraio 2010. Adesso capisco perché quel documento era sparito, forse per coprire ed eliminare eventi inammissibili in un ente pubblico. 

Propongo l’analisi del testo ad un semplice frequentatore di scuole elementari: 
OGGETTO:
Intitolazione dell’Ospedale della Murgia di Altamura all’On. Fabio Perinei 
Da quì si evince che sia la Murgia che l’ospedale siano di Altamura. 
Ohibo! 
Lo stesso Fabio, che ho conosciuto e frequentato al 'Cagnazzi' ai tempi del liceo e, poi nel resto della vita, sicuramente non avrebbe mai accettato una cosa simile. 
Uomo di grande talento politico, cultura e di forte umanità avrebbe respinto una cosa di questo genere, in questa forma. Che l’ospedale della Murgia fosse proprietà del comune di Altamura avevamo un forte sospetto da molto tempo, ma che anche la stessa Murgia ne fosse stata annessa mi sembra un po’ troppo. 
Naturalmente viaggio sul filo dell’ironia, sono costretto a spiegarlo, non a voi, miei cari amici, ma a tutti quelli che non possono comprendere per limiti strutturali. 

Chissà cosa penseranno gli abitanti della Murgia, da Santeramo a Spinazzola, da Grumo a Poggiorsini e via discorrendo … staranno già sghignazzando e non gli do torto. 
Non ho citato Gravina perché una grande nube soporifera staziona ormai da tempo impedendone ogni movimento. Si capisce, così, perché ed in quali mani sia finito quest’ospedale e tutta la vicenda. 
Se non fosse una cosa molto seria quella del nosocomio continuerei a divertirmi perché non c’è altro modo di parlarne. Purtroppo è una cosa maledettamente importante che si gioca sulle spalle della salute, della sofferenza e, quindi, di tutti noi cittadini.  
Coinvolge anche la credibilità di molti, di tutti quelli che in qualsiasi modo, a qualsiasi titolo, stanno prendendo parte a quella che sembra la vicenda più insopportabile della storia della nostra Murgia e che potrebbero pagare molto caro, se non altro in termini di dignità, il loro futuro politico.
Ringrazio Nino Sangerardi per la copia del documento oggetto di questo post. L’argomento lo trovate a pag. 44 di INCOMPIUTO, il libro in vendita in edicola da sabato scorso, di cui vi ho già riferito.
       
Qui il Nostro dice '… per quale ragione il presidente del Consiglio regionale della Puglia, Pietro Pepe, il presidente della II Commissione "Affari Generali" del Consiglio regionale, l'assessore regionale alle Politiche della Salute a fronte della intitolazione dell'ospedale della Murgia non hanno coinvolto i sindaci di Gravina, Santeramo, Poggiorsini, Grumo Appula?'  

Vedete quanto la potente nube soporifera poté … 

quousque tandem abutere patientia nostra

Nessun commento: