sabato 11 marzo 2017

Europa: Il numero più basso di nascite è in Italia. Gravidanze sempre più tardi.

474'000 nascite nel 2016, il numero più basso dall'unificazione dell'Italia, nel 1861, secondo Eurostat
Il numero dei neonati in Italia è sceso a un punto basso senza precedenti, lo scorso anno, lo ha annunciato lunedi l'ufficio nazionale di statistica (ISTAT), 474'000 nascite nel 2016, il numero più basso dall'unificazione dell'Italia nel 1861. In parallelo, la popolazione è diminuita e l'età media è aumentata. 

Già 12.000 nascite in meno nel 2016 rispetto al 2015, per un totale di 474'000 nascite. Questo è il numero più basso dall'unificazione del Paese. Il numero di morti è stato pari a 608'000. 

L'età media in Italia è ora di 44 anni e nove mesi, invece di 44 anni e sette mesi nel 2015. In totale, oltre il 22% della popolazione è di età superiore ai 65 anni. Questo è il più alto rapporto tra i paesi dell'Unione Europea. 

L'Italia conta 60.579 persone, 86.000 in meno rispetto al 2015, nonostante l'arrivo di migranti il ​​cui tasso di fertilità è più alto. 

Il tasso medio di fertilità, di 1,34 a livello nazionale, varia notevolmente da una regione all'altra. Così, in Sardegna, le donne hanno in media 1,07 figli, mentre nella provincia di Bolzano nel lontano nord, vicino al confine austriaco, il tasso di natalità è addirittura aumentato ed è pari all' 1,78 figli per donna. 

Inoltre, il numero degli italiani che si trasferiscono all'estero è aumentato del 12,6% da un anno all'altro fino ar raggiungere la quota di 115.000. 

Le donne stanno diventando madri più avanti con gli anni, a livello europeo, le italiane, aspettano un po' più a lungo prima di avere il loro primo figlio.
Nel 2015, le italiane erano di età compresa, in media, di 30,8 anni alla nascita del loro primo figlio, secondo il censimento dell'Ufficio europeo di statistica, come ho già detto, Eurostat lo ha pubblicato giovedi.

In altri paesi europei, solo nel Lussemburgo e la Grecia ci sono le donne che hanno superato i 30 anni quando diventano madri per la prima volta.

Le più giovani vivono in Bulgaria, Romania e Lettonia. Avevano in media 26 anni nel 2015. La media UE è di 28,9 anni.

Questo fenomeno non è nuovo. Dal 1970, il numero di giovani madri è in declino. Allora si recensiva un terzo delle nascite tra le donne sotto i 25 anni, questa percentuale è scesa a circa il 7%.

In parallelo, la percentuale di madri di età compresa tra 35 e oltre è quasi triplicato durante questo periodo: da un decimo è passato ad oltre il 30%.

Con i nuovi dati dell'Ufficio di statistica, questa tendenza continua nel 2016. 30,9 anni, l'età media delle madri al primo parto, potrebbe addirittura salire ancora in Italia. 

Nessun commento: