lunedì 13 febbraio 2017

La querelle religiosa su San Valentino. Ortodossi contro cattolici.

San Valentino risveglia vecchie dispute religiose sull'isola di Lesbo tra cattolici e ortodossi. 
http://greece.greekreporter.com/2015/02/14/the-holy-relics-of-st-valentine-lie-on-lesbos-island/
La celebrazione di San Valentino organizzata dall'isola di Lesbo, patria di presunte reliquie del martire, ha scatenato una nuova faida tra ortodossi e cattolici, riferisce domenica l'agenzia di stampa greca Ana. 

Il papa Athanassios Yousmas della più grande chiesa ortodossa nel centro di Mytilene, capitale dell'isola dell'Egeo, ha "fortemente protestato" in nome dei suoi parrocchiani contro questi eventi in una lettera al consiglio comunale, secondo le agenzie di stampa. Ha minacciato di rivolgersi alla giustizia per la sua chiesa, la cui cupola è un simbolo dell'isola, non figuri più nei poster di queste manifestazioni che la usano a sproposito. 

"Siamo fratelli che hanno avuto dispute nel corso dei secoli, ma il nostro dovere cristiano è di riconciliarci", ha risposto in una lettera aperta il prelato cattolico di Mitilene, Leon Kiskinis. 

Imputando il grugnito ortodosso ad "alcuni gretti fondamentalisti", ha osservato che Valentino, sacerdote e vescovo di Terni (L'antica Interamna, Italia), nel terzo secolo è stato riconosciuto come martire prima dello scisma cristiano tra cattolici e ortodossi. 

https://it.wikipedia.org/wiki/San_ValentinoLa celebrazione di San Valentino è iniziata sull'isola nel 2015, con il ritorno di presunte reliquie del santo, ospitate nella Chiesa cattolica dell'Assunzione. Gli eventi, tra cui un concorso di canzoni e poesie d'amore, dovrebbero concludersi martedì con una processione. 

Il comune ha finora evitato di reagire a questa controversia, in quanto cerca di rilanciare il turismo locale. Meta ed epicentro umanitario di così grande esodo siriano in Europa, nel 2015, Lesbo è stata colpita da una catastrofe questa stagione estiva. 

La Chiesa ortodossa di Grecia, dominante nel paese in cui non è separata dallo Stato, aveva provato in passato a convincere gli amanti greci a celebrare un paio di martiri ortodossi, ma senza molto successo. La minoranza cattolica del Paese, da parte sua, ha denunciato di essere oggetto di una lunga discriminazione. 

Nessun commento: