martedì 21 febbraio 2017

Cupido scocca la freccia ma la scienza ci mette lo zampino

Un angelo con il suo arco. Ma non è una freccia che sta per scoccare, non è un cuore il suo obiettivo.

http://www.economist.com/printedition/2017-02-18Non è Cupido quello che The Economist mette in prima pagina nella edizione successiva a San Valentino. 

Questo 18 febbraio il settimanale britannico si è interessato di tecnologie riproduttive e, in particolare, "della modificazione di geni, dei cloni e sulla scienza di fare i bambini". 

"I mezzi di riproduzione senza rapporti sessuali si moltiplicano. La storia ci suggerisce che dovrebbero essere adottati", scrive l'Economist, che offre una panoramica sulle diverse tecniche riproduttive, dall'inseminazione artificiale al trapianto mitocondriale attraverso i diversi metodi di fecondazione in vitro, come pure sulle questioni etiche che queste tecniche non riescono ad tacitare. 

"Alcuni sono inorriditi dalla prospettiva di vedere i geni riproduttivi 'impersonare Dio'. Altri, le cui vite sono rovinate dall'assenza di bambini o afflitti da malattie genetiche, sostengono con passione il diritto di alleviare le loro sofferenze", assicura il settimanale, aggiungendo: 

"In ogni caso, la scienza incalza e la società deve affrettarsi e decidere quel che ne pensa". 

_______________
http://www.economist.com/news/briefing/21717028-twenty-years-ago-world-met-first-adult-clone-sheep-called-dolly-her-legacy-livesThe Economist:
Hello, again, Dolly
Twenty years ago the world met the first adult clone, a sheep called Dolly. Her legacy lives on.


Nessun commento: