venerdì 19 agosto 2016

Il sushi nel piatto cosa è veramente. Sarà vero tonno?

Ma che pesce è quello sulle nostre tavole. Presto alcune App ce lo riveleranno.  
http://oceana.org/reports/oceana-study-reveals-seafood-fraud-nationwide
Quel sushi è davvero il tonno? Il New York Times ha ragione a porsi la domandail 33% del pesce servito nei ristoranti americani e nei negozi non è ciò che i loro venditori sostengono, dice uno studio del 2013 (PDF) condotto da Oceana, organizzazione  internazionale per la conservazione dell'oceano. 

Testando il DNA di un campione piuttosto grande, mille esemplari, è giunta alle conclusioni che la frode tocca prima tutto il tonno - o ciò che è presentato come tale, (vds anche il Wall Street Journal). 

Per ovviare a questo problema sarebbe opportuna e urgente la tracciabilità, il software dedicato a questo scopo già esiste e va perfezionandosi. É stato sviluppato per lo più da commercianti, ma è aperto e disponibile al pubblico. 

Il progetto Fish Global Watch, su iniziativa di Oceana, dovrebbe seguire questo autunno i pescherecci. Testato come prototipo nel 2014, l'iniziativa mira a ridurre la pesca illegale tenendo traccia delle imbarcazioni. 

Alcuni distributori di pesce hanno anche i propri programmi, che tracciano il percorso del pesce, dal mare al piatto. Questo strumento permette ai loro clienti (ristoranti, scuole ...) di identificare chiaramente i prodotti di ciascuna attività di pesca e semplifica anche le procedure amministrative che sono ad essi tradizionalmente associate, dice il giornale americano. 

Per alcuni grossisti, l'obiettivo è di portare il servizio più vicino al consumatore. Un veterano di Red's Best, commerciante di Boston, immagina: 
"Per esempio, un tonno viene scaricata nello stesso momento a Provincetown, Massachusetts, e si può anche acquistarne una libbra (450 g.), in modo che sia consegnato a voi domani". 

L'obiettivo commerciale, dice, è utile anche ai pescatori locali, alla rotazione delle scorte, al rinnovamento dei banchi di vendita: seguire il percorso del pesce combatterebbe la pesca illegale e massiccia, che rimane tuttavia attraente per i consumatori, perché più economica. 

Nessun commento: