venerdì 15 aprile 2016

Inqiuetante aumento dell'odio anti musulmani.

Le autorità degli Stati Uniti hanno rilevato un 'contraccolpo' ai recenti attacchi contro alcune popolazioni. 
http://www.foxnews.com/opinion/2016/04/12/new-intolerance-attorneys-general-try-to-shut-down-free-speech.html
I ministri della Giustizia degli 11 stati americani, tra cui California, Colorado, Utah e Connecticut sono preoccupati per l'aumento degli atti anti-musulmani negli Stati Uniti e propongono una serie di incontri comunitari al fine di educare i propri cittadini a questo problema. 

In un comunicato, il Dipartimento di Giustizia, mercoledì, ha spiegato che i suoi funzionari con i rappresentanti della polizia e della comunità locale dovranno denunciare "la reazione contro i musulmani, arabi, sikh e gli americani provenienti dal dal Sud Asia dopo i tragici attacchi terroristici di Bruxelles, Parigi e San Bernardino". 

"Non c'è posto per l'intolleranza nel nostro paese", insiste il ministro della Giustizia federale Loretta Lynch sulla stampa, sottolineando che negli ultimi mesi, "le persone che sono o sono percepite come musulmano, arabo, sikh e sud asiatico sono state vittime di molestie e violenza in tutto il paese". 

La dichiarazione cita, tra molti esempi, un uomo che si è dichiarato colpevole di aver sparato con una potente pistola contro una moschea nel Connecticut (nord-est) o un uomo che si è dichiarato colpevole di minacciare di bombardare due moschee e sparare ai suoi fedeli. 

Dopo l'11 settembre 2001, il Dipartimento di Giustizia ha indagato su 1.000 casi di violenza o minaccia contro queste comunità o quelli percepiti come parte di esse. 

In sessanta di questi casi sono stati avviati dei procedimenti, dice la nota. 

Nessun commento: