lunedì 8 febbraio 2016

La nuova 'Formula' di Playboy: 'Vestite'.

Una delle mitiche riviste per adulti si è svelata giovedi. Per questo primo numero della nuova generazione è stata scelta la top model Sarah McDaniel. 

https://www.instagram.com/p/BBXzX7Ej8R9/
Promessa mantenuta. Playboy aveva annunciato lo scorso ottobre il cambiamento di stile, con la fine dei modelli nudi in copertina. Quella di marzo 2016, presentata giovedi dal New York Times, gioca secondo questi codici e la sua promessa: una giovane donna in biancheria intima, sobria, sembra riprendersi attraverso l'applicazione Snapchat, con il messaggio "heyyyy;)" al di sopra del suo ombelico. 

Un tweet dalla rivista invita i lettori a "Say hello to a new era (dire ciao a una nuova era)". 

Il direttore editoriale Fiandre Scott lo aveva detto 4 mesi fa e lo ha fatto, in accordo con il fondatore di Playboy Hugh Hefner, smarcandosi rispetto all'aumento dei siti porno gratuiti su internet. Una piccola rivoluzione per la famosa rivista lanciata nel 1953, che aveva fatto del nudo in prima pagina il suo marchio di fabbrica. 

La nuova strategia si basa su un ringiovanimento del pubblico. Coprendo (alcune) delle sue modelle, a Playboy dovrebbe essere consentito apparire sui social network e quindi offrire una visibilità che dolorosamente mancava su Facebook e Twitter.

Inoltre, scegliendo di incarnare la sua nuova immagine Sarah McDaniel, starlet Instagram seguita da quasi 250.000 utenti, gli obiettivi della rivista con il suo "Heyyyy;)" si rivolge direttamnte ad un target di età inferiore ai 35. 

I video e le foto non sono ritoccati, l'estetica vuole diventare più sensuale che sexy. Rimangono donne nude su alcune pagine della rivista, ma gli angoli nascondono strategicamente le loro parti intime. Per il New York Times, "per quanto paradossale possa sembrare, Playboy esce da un imponente intervento di chirurgia estetica e diventa più naturale". 

Qui di seguito, il video del sito web del tour girato alla maniera "Snapchat". 

2 commenti:

cristiana2011 ha detto...

Ne ho scritto anch'io.Questo finto moralismo mi fa schifo.
Con queste foto, mi riferisco anche a quella della nipote Hemingway -vedo-non vedo- è il trionfo delle Lolite e il piacere degli amanti delle minorenni, come , tanto per dirne uno, il marito della Mussolini.
Cristiana

Vincenzo Iacoponi ha detto...

Tanto chi compra Playboy son sempre quelli che cercano di vedere sotto i triangolini. Costoro ignorano ciò che ogni donna ben sa: che una topina ben mimetizzata attira molto di più di sua sorella che esce allo scoperto. Il mistero eccitante del vedo e non vedo...