lunedì 1 febbraio 2016

Tre minuti alla fine del mondo sull'OROLOGIO DELL'APOCALISSE. A buon intenditor...

Sull'Orologio dell'Apocalisse, un simbolo creato dagli Amministratori dello Science and Security BoardBollettino degli scienziati atomici, che rappresenta la minaccia per l'umanità, la mezzanotte rappresenta la fine del mondo. Dal 22 gennaio, il tempo è fermo alle 11:57, tre minuti, allegorici, prima di un disastro globale per la nostra civiltà.

http://abcnews.go.com/Technology/doomsday-clock-time-adjusted-show-close-apocalypse/story?id=36524149

L'umanità è in un brutto momento, secondo gli amministratori della Bulletin of Atomic Scientists, la rivista dei fisici dell'Università di Chicago all'origine dell'orologio dell'Apocalisse, che simboleggia i pericoli che pesano sul pianeta. La mezzanotte rappresenta la fine del mondo e il momento si sta avvicinando, la maggior parte degli scienziati ritiene che stiamo sfiorando catastrofe globale. 

Il 22 gennaio, hanno confermato che il tempo segnava le 11:57, tre minuti prima della fine del mondo. Questa volta è invariato dal 2015, e si avvicina pericolosamente alla parte superiore dell'orologio. Questo è il punteggio peggiore registrato dal 1953 e dai test della bomba atomica, quando l'orologio era salito alle 11:58 p.m ..

In realtà, la partenza dell'orologio non è mai iniziata alle 00:01, come la logica suggerirebbe, ma alle 11:53, nel 1947, per attirare l'attenzione della popolazione. L'ora meno terribile è suonata per l'umanità nel 1991 (alla fine della guerra fredda). Segnava le 11:43 p.m ..

Ma perché dovremmo essere così vicini alla fine, adesso? Se nella sua creazione l'orologio misurava il rischio di ulteriori disastri nucleari, l'umanità avrebbe due fastidi ricorrenti in più in questo momento: il cambiamento climatico e le minacce tecnologiche. "Gli iraniani e la vicenda nucleare e Parigi, con i progressi diplomatici sul clima sono importanti, ma sono solo una piccola parte di una situazione mondiale più scura, molti ancora sono i potenziali disastri", spiegano i fisici nella loro pubblicazione

"Tre minuti, siamo troppo vicini. Troppo vicini!", ci dicono. "Questa decisione non è una buona notizia, ma è l'espressione della preoccupazione causata dai leader mondiali, che non sono in grado di lavorare insieme e non fanno nulla per ridurre l'estrema pericolo rappresentato dalle armi nucleari e dal cambiamento climatico". Secondo loro, questi pericoli sono una reale "minaccia all'esistenza della nostra civiltà". 

Prima di buttarci fuori dalla finestra, però, tranquilli: questo orologio è, lo ripeto, un simbolo ed è improbabile che il mondo scompaia entro i prossimi tre (reali) successivi minuti.
A buon intenditor poche parole.

Nessun commento: