mercoledì 24 febbraio 2016

Lo sceicco è contro il cioccolato.

Gli iracheni lo hanno deriso sui social network quando in un sermone ha chiesto di ridurre il loro consumo di barrette di cioccolato per affrontare la crisi economica. 

http://www.theguardian.com/world/2016/feb/22/iraqis-take-a-bite-out-of-no-chocolate-clericDurante le preghiere settimanali del venerdì in una moschea di Baghdad, lo sceicco Jalal Eddin al-Saghir se l'è presa con la smodata golosità degli iracheni per "Nestlé", come termine generico, per indicare le barrette di cioccolato, e pronunciato "Nestelleh". 

"Fratelli, le barrette di cioccolato non sono necessarie. Riducete le spese, perché potreste essere nel bisogno domani", ha sottolineato. 

In un video del discorso, il religioso, che è stato deputato, ha suggerito agli iracheni che potrebbero risparmiare il 70% del loro stipendio se facessero uno sforzo maggiore. Queste immagini sono state utilizzate dai social networks, che hanno riportato molte reazioni che vanno dalla rabbia alla derisione. 

Nabil Jassim, un noto giornalista e figura chiave di un movimento di protesta che è emerso l'anno scorso per denunciare la corruzione e disservizi ha pubblicato un video messaggio. 

"No, Eminenza, le barrette di cioccolato sono molto necessarie. Non abbiamo mangiato cioccolato nel 1980, non abbiamo mangiato nel 1990 forse perchè siamo povera gente? perchè il nostro è uno stato povero?" Ha detto divertito. 

L'Iraq ha una delle più grandi riserve di petrolio del mondo, ma anni di corruzione e cattiva gestione, assieme al crollo dei prezzi del greggio minacciano di far precipitare il paese in una situazione di insolvenza. 

Nelle loro osservazioni sui social network, gli utenti puntano il dito sui milioni assegnati ai privilegiati della politica irachena. I quali godono anche del beneficio delle guardie del corpo a vita come ex deputati. 

Una barra di cioccolato costa circa 250 dinari (20 centesimi) in Iraq.

Un portavoce del Supremo Consiglio Islamico IrachenoAbu Baligh Gilal, del partito di appartenenza dello Sceicco Saghir ha anche pubblicato un video on-line:
"Chi attacca lo sceicco Saghir se ne pentirà per aver commesso un atto del genere".

Nessun commento: