venerdì 27 febbraio 2015

Banksy. Blitz a Gaza. 'Grazie Banksy'.


Un "gatto" a Gaza: Banksy colpisce ancora. 
Banksy ha capito tutto. Per attirare l'attenzione sul destino della Striscia di Gaza e la distruzione subita durante l'ultima guerra con Israele nel mese di luglio, l'artista di strada ha scelto di disegnare ... una bella lolcat, un simpatico e divertente gatto, di quelli che si vedono su Internet, sulle rovine. 

L'idea è semplice: gli internauti amano i gatti, se questo è l'unico modo per attirarli sopra le rovine di Gaza, basta portare i gatti a Gaza ... "You will love this", ha scritto il giornalista palestinese Nasser Atta sul suo account Twitter
https://twitter.com/UNICEFpalestine/status/570863418262958080/photo/1

Banksy ha anche prodotto un video sotto forma di una clip promozionale di un'agenzia di viaggi, per "scoprire" Gaza e la sua realtà post-bellica. 

Oxfam ha pubblicato giovedi una dichiarazione in cui denuncia il fatto che, al ritmo attuale ci vorrà più di un secolo per ricostruire gli edifici distrutti in alcune settimane di bombardamenti. 

Il comunicato di OXFAM: 
"Le nuove statistiche pubblicate in queste ore mostrano che gli ingressi dei materiali essenziali per la ricostruzione sono scesi di numero il mese scorso. Oxfam lancia l'allarme: ai ritmi attuali, la ricostruzione di case, scuole e strutture sanitarie necessarie può richiedere più di un centinaio di anni. 

Negli ultimi tre mesi, meno dello 0,25% dei materiali da costruzione necessari sono entrati nella Striscia di Gaza. A sei mesi dalla fine del conflitto, la situazione continua a peggiorare. Oxfam chiede la fine urgente del blocco israeliano, in vigore da quasi otto anni. 

Secondo le organizzazioni umanitarie sul posto, sono necessari più di 800.000 camion carichi di materiali da costruzione per ricostruire case, scuole, strutture sanitarie e altre infrastrutture per gli abitanti di Gaza che ne hanno disperatamente bisogno dopo i ripetuti conflitti e blocco di anni. 

Nel mese di gennaio, soli 579 camion sono entrati nella Striscia di Gaza (anche meno dei 795 del mese precedente). Circa 100 000 persone, più della metà dei quali bambini, vivono ancora in rifugi e alloggi temporanei o sono ospitati nella loro famiglia allargata, in seguito alla distruzione delle loro abitazioni. Decine di migliaia di famiglie vivono d'altro canto nelle case pesantemente danneggiate". 

È questa la realtà che ha anche voluto mostrare Banksy. 
Dietro il lolcat, le rovine. 
____ 
a Gaza Bansky, tuttavia, non ha dipinto solo un gatto e montato un filmato, ma anche disegnato un'immagine di Niobe che nella mitologia greca, come sappiamo, ebbe i suoi figli uccisi. 

Vedi su 
buzzfeed: Banksy’s Newest Work: A Tour Of The Gaza Strip


Nessun commento: