mercoledì 24 dicembre 2014

L'Argentina riconosce il diritto ad una orangutan di essere libera


http://www.lanacion.com.ar/1754835-pediran-a-la-justicia-que-permita-la-liberacion-de-una-orangutanaUn tribunale argentino ha concesso il diritto di vivere in libertà ad una femmina di orangutan dello zoo di Buenos Aires, dove ha vissuto per 20 anni, considerando l'animale come "persona non-umana", E' la prima volta che accade nel mondo.

Pigramente sorseggiava frutta, l'orangutan, Sandra, lunedi, sembrava impassibile agli obiettivi dei giornali locali, venuti a filmarla e fotografarla dopo l'annuncio della sentenza nel weekend.

La Corte di Cassazione Penale della capitale ha deciso di applicare l'habeas corpus (il diritto a non essere imprigionati senza processo) all'animale, così come di considerare, anche se non si tratta di un essere umano, il possesso di sentimenti e il diritto a una maggiore libertà. 


Una domanda simile è stata respinta nel dicembre 2013 da un giudice di New York: una organizzazione per i diritti degli animali aveva chiesto che quattro scimpanzé in cattività fossero considerati "persone non-umane" con il diritto alla libertà (vedi sotto). 

Questa volta è stata l'Associazione dei funzionari e avvocati per i diritti degli animali (AFADA) a sollecitare il tribunale per la liberazione di Sandra, un orango di 50 kg di 1,50 metri, inquilino dello Zoo di Buenos Aires. 

Questi ultimi hanno discusso lunedi le sue condizioni di cattività.



"Ha vissuto per 20 anni in un grande spazio, con gli specialisti che si occupano della sua dieta, del monitoraggio della salute e in generale, vive in ottime condizioni", hanno assicurato i responsabili del reparto di biologia dello zoo.

Ma per l'associazione AFADA, Sandra "è una persona non-umana perché ha legami affettivi, pensa e sente che è frustrante essere rinchiusa, adotta decisioni, è dotata di coscienza ed ha la percezione del tempo. Piange quando perde un suo prossimo, apprende, comunica ed è in grado di trasmettere la sua conoscenza". 

Le conseguenze immediate della sentenza non sono note. Sebbene legalmente ora possa ritrovare la sua libertà, gli esperti ritengono che Sandra non conosca il suo habitat naturale e non potrebbe sopravvivere. 

Lo zoo ha dimostrato che, anche prima della sentenza, era già allo studio la possibilità di trasferire in un santuario naturale in Brasile o negli Stati Uniti. 

L'Orangutan, nato nel 1986 nello zoo tedesco di Rostock, arrivò a Buenos Aires nel settembre 1994. 
_____________
Vedi anche:

Gli scimpanzé non hanno gli stessi diritti dell'uomo, perché non sono persone.
Una corte di appello di New York ha sentenziato Giovedi che gli scimpanzé non potevano godere degli stessi diritti umani...

Nessun commento: