venerdì 8 luglio 2011

Il biscotto ed il maitre patissier. Un buon pasticcio in Salsa mista

Il dibattito sulla rigenerazione urbana, quello ufficiale, si è concluso con il consiglio comunale del 29/06/2011, ma in ogni dove ancora continua sul ‘BISCOTTO’, di cui vi ho già detto, che il ‘maitre patissier’,  ha individuato nella forma allungata che, per diversi ettari si estende ‘… un’altra città…’ diceva un commentatore doc qualche giorno fa, al bar durante una pausa caffè.

La parte ufficiale degli eventi la trovate in >

GRAVINA 2020 – Laboratorio Partecipato

con i relativi link alle pagine che potrete sfogliare.


Sotto, la foto del ‘biscotto’ in viola

Raffigurato nel grosso documento pdf proposto giorni fa che trovate -Q U I'-


Orbene in calce a questa pagina (pag.17), contrassegnato da colore viola (lo stesso del biscotto), si legge, tra l’altro

Programma di rigenerazione urbana, quale iniziativa da inserire nel  Programma Coordinato tra  Regione  Puglia e Ministero delle  Infrastrutture e dei Trasporti in attuazione del Piano  Nazionale di  Edilizia Abitativa di cui al DPCM  16 luglio 2OO9
Deliberazione di Giunta Comunale n. 178/2O1O

Come dire che quella delibera di Giunta viene approvata o almeno è data per scontata dal consiglio comunale del 28 06 in toto ed è parte integrante del sistema.
Si aggiunga che i fortunati possessori di ‘piante particolareggiate’ sospetterebbero la stranezza dell’esistenza di una descrizione ‘particellare’ mai utilizzata per piani di queste proporzioni con le classiche seghettature di una visione precisa di ciò che si andrà a fare. Talché il biscotto non sarebbe più uno ma tanti biscottini.

Il dott. Garruti, che conta qualcosa nelle ‘segrete stanze', mi assicura che quel piano riguarda il solo centro storico e non posso che prenderne atto.

Le cose, insomma, di cui vi riferisco, e l’allarme DEFCON 5, investe una parte di opinione pubblica, gli esponenti politici e, per quel che mi è dato di sapere, avendolo verificato, di alcuni consiglieri di maggioranza che stanno affilando le armi…
Aggiungi che, (questa è pura diceria), che taluni avrebbero intrapreso operazioni di acquisto in cotal area addirittura di 7000mq.

Per quel che mi riguarda non ho nessuno straccio di prova che quel che si dice sia esattamente così, e, per il momento, devo accontentarmi di ciò che l’ottimo Garruti conferma.

Dunque accontentatevi del ‘biscotto’ che il maitre patissier ci ha prodotto che ha l’aria di essere un enorme ‘patisse’ che dal francese si tradurrebbe Cannolo, che correggo in pastiche, va meglio, cioè un pout pourri, secondo la più sedimentata tradizione postmoderna, di notizie di cui poi non si riesce più a trovare il bandolo.

E allora traduco a modo mio: Biscotto, patisse, PASTICCIO

Nessun commento: