domenica 1 maggio 2011

L'uomo è CGA, la donna è VGA

Uno dei più interessanti blogger della rete, abile, oltre che preparato, nello smascherare la furbizia di alcuni in favore della dabbenaggine e credulona società, questa volta pubblica un articolo che mi ha risolto un problema. Il Blog è di Paolo Attivissimo, giornalista informatico e cacciatore di bufale. Questo è l’articolo:

Vi è mai capitato di notare che gli uomini tendono ad esprimersi con una palette di colori molto ristretta e semplice, mentre le donne hanno un assortimento cromatico infinitamente più vasto? Un paio di scarpe che per un uomo è grigio per una donna è color tortora, ed è inutile osservare che tortora è un uccello, non un colore.

Pensavo fosse una mia congettura, finché ho trovato questo grafico. E così ho formalizzato il Principio della Cromonomastica Genere-Dipendente: “l'uomo vede in grafica CGA; la donna vede in VGA”. Spero che sia consolatorio per voi quanto lo è per me.

Per i non informatici: la CGA (Color Graphics Adapter) era una scheda grafica che permetteva ai computer di visualizzare fino a 16 colori contemporaneamente; la VGA (Video Graphics Array) ne permette 262.144 (di cui 256 contemporaneamente).

Nessun commento: