venerdì 29 aprile 2011

Mondo cane. Gravina. Un film déjà vu.


la vicenda di Gravina da un altro punto di vista (click banner)

Comunicato stampa dell’Amministrazione Pubblica

Petizione GIUSTIZIA PER I VOLONTARI DELLA LEGA NAZIONALE PER LA DIFESA DEL CANE DI GRAVINA DI PUGLIA E PER DEGLI INNOCUI CANI RANDAGI E DI QUARTIERE.
A:Presidenza della Repubblica, Ministero della Giustizia, Ministero della Salute e al Sottosegretario di Stato On. Francesca Martini


Quando un evento si presenta sotto forma di notizia, magari amplificata dalla stampa nazionale, spesso perde la sua reale consistenza ed i bravi cittadini si schierano dall'una o dall'altra parte talvolta senza sapere nulla della situazione. Da noi è capitato un fatto analogo,(click banner) riguarda i cani randagi ormai vissuti solo come minacciosi, ringhiosi, pericolosi. Quando li immaginiamo non siamo, non siete, più capaci di vederli cuccioli, o affamati, abbandonati o massacrati (MASSACRATI CON L'ACCETTA: SHOCK CANI A NAPOLI _ FOTO - Fidanzati uccidono un cane e filmano la sua impiccagione.)
Molto spesso la loro unica colpa è quella di essere stati abbandonati dalla gente e dalle istituzioni. Questo nostro popolo giudicante è lo stesso che imbratta i muri e le opere d'arte, che strombazza e fa rumori dappertutto, che per i suoi bisogni chiede anche il contributo al comune, spacciandoli per opere d'arte. Che usa la violenza come metodo di persuasione e si indigna per la presenza di animali incolpevoli.
Certo vanno gestiti curati e rispettati, come probabilmente farebbero con noi, e lo fanno. La petizione che vi si propone non è una formale richiesta, né pelosa affermazione di principi, solo una fermata per una riflessione prima che tutto riprenda a scorrere e scivolarci davanti, teoria di fatti e immagini, di cui continuiamo a non capire niente.

per firmare la petizione


VISUALIZZA I FIRMATARI

Nessun commento: