lunedì 23 aprile 2018

"É auspicabile, necessario, un PASSI europeo gratuito perché i giovani scoprano l'Europa".

Cento personalità europee chiedono l'istituzione di un Pass Interrail gratuito per i giovani nell'Unione europea. Vogliono democratizzare i viaggi e consentire lo sviluppo di uno 'spirito europeo'. 
Diversi scrittori, filosofi, attori, leader della comunità e funzionari europei hanno firmato il 16 aprile 2018 un appello a democratizzare i viaggi all'interno dell'UE. 

http://www.zeit.de/mobilitaet/2018-04/freeinterrail-kampagne-europa-mobilitaet-eu-kommission-offener-brief-englisch
In una lettera aperta alla Commissione europea pubblicata sul quotidiano tedesco Die Zeit (Europe’s Next Erasmus Moment!), hanno chiesto la creazione di una tessera Interrail gratuita per giovani europei. Più in generale, hanno sollecitato più finanziamenti per i giovani. 

'La nostra proposta è semplice: tutti i cittadini europei ricevono un coupon Interrail per il loro 18 ° compleanno. Questo buono è valido per sei anni e consente di ottenere un biglietto Interrail di 30 giorni che può essere utilizzato in qualsiasi momento'. 

I firmatari di questa tribuna sono partiti dalla constatazione che 'solo una piccola parte della gioventù europea' beneficia oggi dei vantaggi di programmi come Erasmus o dei Servizi volontari europeo. 

Essi auspicano che il 'privilegio ... di incontrare i loro vicini europei e di immergersi in altre culture' sia esteso a tutti i giovani. Tale misura avrebbe il vantaggio, a loro avviso, di creare 'coesione' all'interno dell'UE. 

Inizialmente, l'idea venne da un movimento militante, FreeInterrail. Nel 2016, il progetto è stato ripreso e discusso al Parlamento europeo. A quel tempo, la maggioranza dei parlamentari si era espressa a favore. 

La Commissione europea ha recentemente annunciato che intende testare il pass Interrail gratuito nell'estate del 2018. Tra 20.000 e 30.000 europei dovrebbero provare l'esperimento. 'Un buon inizio', secondo i firmatari del forum, che insistono comunque sulla necessità di espandere il progetto 'a tutti i giovani'.

Nessun commento: