mercoledì 10 maggio 2017

Banksy attacca Brexit con un nuovo lavoro.

Con un nuovo murale, l'artista dei graffiti, Banksy parla di Brexit a Dover, la città inglese più vicina all'Europa continentale. 

https://www.instagram.com/p/BTywxUDjtJh/?taken-by=banksy
Il lavoro è stato scoperto domenica sul muro di un edificio di Dover. Per il suo primo murale ispirato alla Brexit, Banksy, ha scelto  una facciata di questa città inglese più vicina all'Europa continentale, dove ogni giorno partono i traghetti per la Francia. 

Nei suoi diversi metri di altezza, l'opera rappresenta una bandiera europea incrinata sotto i colpi di un uomo mandato in cima ad una scala, per rompere una delle sue dodici stelle con martello e scalpello. La procedura per il definitivo distacco dall'Europa, Brexit, che da il via alle trattative per il distacco del Regno Unito della UE, è stata iniziata il 29 marzo sxorso. 

Ai piedi del muro, come leggo dalla stampa, molti passanti si sono fermati e hanno scattato foto con lo sfondo del murale. L'opera è realizzata su un palazzo che delimita un ampio spazio in York street (google maps), è visibile a decine di metri. Anche se non è firmato da Banksy, l'affresco è stato pubblicato sul suo account istagram, oltre che sul suo sito confermando, così, la sua autenticità. 

Verso la fine del 2015, l'artista inglese aveva realizzato opere dedicate ai migranti a Calais (vedi il suo sito). Tra gli altri, rappresentava Steve Jobs, figlio di un immigrato siriano, fondatore di Apple, che indossa uno zaino e un computer. 

Nessun commento: