venerdì 23 dicembre 2016

Un'app trova i preti per confessarsi. Confesor GO

L'applicazione è stata messa in servizio giovedi 8 in occasione della festa dell'Immacolata Concezione. Come in Italia è giorno festivo anche in Spagna.  
http://www.elmundo.es/f5/comparte/2016/12/09/584a74f0ca47410c468b463e.html
Cattolici che desiderano essere ascoltati in confessione ora possono utilizzare una nuova applicazione spagnola. Questa permette loro di individuare il prete disponibile più vicino.

L'applicazione Confesor GO rileva la posizione dei fedeli che desiderano ricevere questo sacramento. Essa mostra i posti nella stessa zona, dove sia possibile incontrare un sacerdote disponibile ed il percorso più breve per raggiungerlo. 

L'applicazione fornisce il nome del prete, la sua data di nascita, l'anno della sua ordinazione e la lista dei Dieci Comandamenti. "Il sacerdote può essere in un confessionale in una chiesa o in un luogo per strada o in parco cittadino", secondo la descrizione dell'applicazione scaricabile su Google Play

Dell'applicazione, messa in servizio in occasione dell'Immacolata Concezione, una versione beta è stata scaricata migliaia di volte dalla sua introduzione al pubblico a fine settembre. 

Il vescovo José Ignacio Munilla di San Sebastian (nord) è uno tra circa un centinaio di sacerdoti in Spagna che si sono finora iscritti nell'elenco fornito dall'applicazione per informare che sono disponibili ad ascoltare una vera confessione. 

Padre Ricardo Latorre, che ha aderito all'iniziativa, ha detto di sperare che il servizio possa essere disponibile in altri paesi di lingua spagnola, in America Latina, del prossimo anno. 

Questa nuova applicazione "ha suscitato grande interesse e molti sacerdoti provenienti da questi paesi hanno chiesto di aderire", ha detto al sito cattolico Verdad Libertad. La presenza della chiesa è in rapido calo in Spagna: il 53% degli spagnoli dicono di non frequentare "quasi mai la Messa", secondo un sondaggio pubblicato Lunedi dal Centro per la Ricerca Sociologica (CIS). Solo il 15% dichiara di andarcì ogni settimana. 

Nessun commento: