martedì 27 settembre 2016

Errore diagnostico. Inchiodato per anni alla sedia a rotelle, cammina di nuovo...!

A seguito di una diagnosi errata di un medico, un sessantenne portoghese è rimasto bloccato per anni su una sedia a rotelle, prima della scoperta della sua vera malattia. 
http://www.jn.pt/local/noticias/evora/alandroal/interior/viveu-43-anos-em-cadeira-de-rodas-por-erro-no-diagnostico-medico-5407355.html
Un portoghese sessantenne, Rufino Borrego, ha trascorso 43 anni su una sedia a rotelle a causa di una diagnosi medica errata, prima di poter camminare di nuovo grazie alla scoperta della sua vera malattia, lo ha riferito domenica il quotidiano Jornal de Notícias (vedi fondo pagina). 

Mentre dai medici dell'ospedale di Santa Maria a Lisbona era stata diagnosticata una distrofia muscolare incurabile all'età di 13 anni, un neurologo ha corretto l'errore nel 2010, scoprendo che soffriva di miastenia congenita. 

Semplicemente somministrando un farmaco contro l'asma, indicato per il trattamento di questa malattia rara, che provoca debolezza muscolare, gli ha permesso di ritrovare l'uso delle gambe. 

Il 12 maggio 2011 è stato in grado di andare al suo solito bistrot vicino a casa sua in Alandroal nel sud-est del Portogallo, "Noi crediamo in un miracolo", ha detto il proprietario del caffè Arco-Iris, Melao Manuel, citato dal quotidiano. 

Oggi a 61 anni, Rufino Borrego, conduce una vita normale e deve presentarsi solo a due sedute di fisioterapia all'anno. 

Lui assicura di non avere rancori contro l'ospedale di Santa Maria, tanto più che la malattia era praticamente sconosciuta alla comunità medica, al momento della diagnosi errata, alla fine degli anni '60. "Voglio solo godermi la vita", dice il Borrego.


 

Nessun commento: