martedì 27 marzo 2018

Scoperto per caso, il viagra compie vent'anni. Non compare nelle liste degli antidoping.

Il Viagra ha permesso a milioni di uomini soggetti ad impotenza di fare sesso. Un successo planetario. 

https://it.wikipedia.org/wiki/SildenafilLanciato esattamente 20 anni fa negli Stati Uniti, il Viagra è stato venduto in miliardi di dosi, diventando un'improvvisa fonte di guadagno per il produttore statunitense Pfizer e per i contraffattori di tutto il mondo. 

Dalla sua buffa scoperta, ai suoi usi deviati alle sue multiple contraffazioni, fino all'iconica pillola blu contro l'impotenza: 

All'inizio degli anni '90, i team del laboratorio Pfizer sperimentavano una nuova medicina contro l'angina pectoris, il sildenafil citrato. Nel corso delle prove, la nuova molecola si rivelava impotente nel calmare il dolore toracico causato da questa malattia. 
Ma prendere il farmaco era accompagnato negli uomini da un effetto inaspettato: un'erezione. La maggior parte delle cavie umane riferisce di una vita sessuale notevolmente migliorata. 

Pfizer reindirizzò la sua ricerca verso l'impotenza maschile, un disturbo che colpisce un terzo degli uomini sopra i 40 anni. Il trattamento della 'disfunzione erettile' è stato fino ad oggi il parente povero della moderna farmacopea, per i suoi trattamenti pratici o efficaci (mini-supposte da introdurre nell'uretra, punture nel pene). 

L'Agenzia americana del farmaco (FDA) diede il via libera al nuovo trattamento il 27 marzo 1998. La sua vendita sotto il nome di Viagra iniziò nei primi di aprile negli Stati Uniti. 

Il successo della compressa blu a forma di diamante fu immediato: 150.000 ricette furono scritte negli Stati Uniti nelle prime due settimane di vendita. Il Viagra provocò una mania mondiale anche prima della sua autorizzazione fuori dal suolo americano. Apparve clandestinamentr in Israele, Polonia, Arabia Saudita nella primavera del 98 a tariffe da tre a cinque volte superiori al prezzo legale degli Stati Uniti (circa $ 10). 

Ufficialmente sbarcò in Europa nel settembre 1998, la pillola contro l'impotenza stava diventando velocemente il motore finanziario per Pfizer. Le vendite globali di Viagra sono aumentate di oltre il 30% nel 1999 e nel 2000, superando rapidamente il segno di 1 miliardo di dollari all'anno. Una sorpresa per il gruppo farmaceutico che in origine sconfidava solo in cento milioni di dollari di entrate all'anno. 

Le campagne pubblicitarie promosse da un ex candidato repubblicano alla Casa Bianca (Bob Dole nel 1999) o dal re del Brasile (Pelé nel 2002) consolidano un po' di più la notorietà di un farmaco i cui dati scientifici ci dicono che inizia ad agire, in media, 27 minuti dopo l'assunzione. 

Circolarono rapidamente le contraffazioni: il falso viagra fatto in Tailandia o in India viene proposto su Internet poche settimane dopo l'inizio della commercializzazione. I truffatori si resero conto che stavano gestendo una miniera d'oro con questa tavoletta blu. Il Viagra si classificò rapidamente come il farmaco contraffatto numero uno. Aumentando i sequestri di pillole contraffatte alla dogana. 

Un sondaggio condotto nel 2011 da Pfizer mostra che l'80% del Viagra acquistato a caso su Internet è contraffatto. Questo falso Viagra può contenere prodotti tossici come pesticidi, gesso o inchiostro per stampanti, avverte la ditta statunitense. 

L'uso improprio o 'ricreativo' del Viagra apparve altrettanto rapidamente. Già nel 1999 uno studio britannico mostrava un uso marginale ma reale della pillola blu tra i giovani abitués dei locali notturni. 

Nel 2012, uno studio statunitense stimò che l'8% dei giovani americani usano il Viagra o altri 'facilitatori di erezione' (Cialis, Levitra) per rassicurarsi sulla propria prestazione sessuale. 

Il Viagra, le cui forme generiche sono disponibili dal 2013 in Europa e dalla fine del 2017 negli Stati Uniti, è anche considerato un dopante dagli atleti. Dopo le prime esitazioni, l'Agenzia mondiale antidoping (WADA) non l'ha inclusa definitivamente nell'elenco dei prodotti vietati: il citrato di sildenafil non avrebbe alcun effetto doping, tranne che ad alta quota.

Nessun commento: