lunedì 25 luglio 2016

Numero record di vittime civili da gennaio

AFGHANISTAN: Secondo l'Onu, più di 1.600 persone sono morte e quasi 3.600 sono rimaste ferite. Molti bambini sono tra le vittime. 
http://unama.unmissions.org/afghanistan-record-level-civilian-casualties-sustained-first-half-2016-un-report
L'Afghanistan per il primo semestre del 2016 registra "un ​​numero record di vittime civili", i primi conteggi nel 2009, furono di 5166 morti e feriti, secondo la Missione di assistenza delle Nazioni Unite in questo paese (UNAMA - UNITED NATIONS ASSISTANCE MISSION IN AFGHANISTAN). 

In un rapporto pubblicato oggi, lunedi, l'UNAMA ha detto che questo totale di 1601 morti e 3565 feriti è in crescita del 4% rispetto allo stesso periodo nel 2015, "un terzo delle vittime sono bambini", 388 morti. 

"Il numero totale di vittime civili registrate dalle Nazioni Unite tra il 1 gennaio 2009 e il 30 giugno 2016 ha raggiunto quota 63.934", di cui quasi 23.000 morti e 41.000 feriti. 

L'Unama accusa le forze ribelli, in primo luogo i talebani e l'organizzazione dello Stato Islamico (Isis), quali responsabili nella stragrande maggioranza (60%) di queste vittime. Ma osserva che quelle causate dalle forze governative sono fino al "47% rispetto allo scorso anno" e il 23% del totale. 

Per quanto riguarda i bambini, gli esplosivi abbandonati, mine e altri "oggetti esplosivi improvvisati" - sono responsabili deli'85% delle morti e feriti. 

"Le persone vengono uccise durante la preghiera, il lavoro, lo studio, quando vanno a prendere l'acqua o lasciando l'ospedale: ogni vittima civile rappresenta un fallimento e chiama ciascuna delle parti in conflitto a rispondere ... per ridurre le sofferenze dei civili e di rafforzare la loro protezione", ha detto il rappresentante speciale del Segretario generale delle Nazioni Unite a Kabul Tadamichi Yamamoto

Questo bilancio sulla "protezione" e "senza dubbio sottovalutato" a causa del metodo di conteeggio, insiste l'ONU. 

É noto come Kabul abbia appena subito un terribile attacco rivendicato dall'Isis, che ha provocato 80 morti e 231 feriti tra le minoranze sciite hazara

La situazione della sicurezza è costantemente peggiorata nel Paese dopo la partenza della maggior parte delle truppe della coalizione occidentale, alla fine del 2014, nonostante la presenza di circa 12.000 soldati, tra cui 9800 americani, che hanno continuato a fornire supporto e formazione alle forze afghane. 

Nel 2015, l'ONU aveva contato 11.000 vittime civili. 

Nessun commento: