giovedì 14 aprile 2016

Le malattie trasmesse sessualmente all'origine della monogamia?

E se la monogamia ci fosse stata confezionata per esigenze ambientali?
http://www.dailymail.co.uk/sciencetech/article-3535836/What-s-point-marriage-avoid-STIs-Humans-started-getting-wed-farming-spread-stop-sexual-diseases-wiping-populations.html
Lo sviluppo di infezioni sessualmente trasmesse (IST / MST trasmesse possono aver influenzato la nascita della monogamia. Uno studio canadese spiega in che modo ciò che noi consideriamo come comandamento morale o norma sociale potrebbe, invece, essere stato plasmato dail'ambiente naturale. 

Chris Bauch
http://www.math.uwaterloo.ca/~cbauch/"Il nostro studio mostra che le malattie sessualmente trasmissibili sviluppano in modo diverso a seconda della dimensione dei gruppi umani e se sono monogami o poligami", ha detto Chris Bauch, dell'Università di Waterloo in Canada, co-autore di questa ricerca. 

Secondo lo studio pubblicato martedì sulla rivista Nature Communications, la poligamia era la norma nelle piccole società di cacciatori-raccoglitori. Ma questo risultato è stato sempre meno applicato, quando le società sono cresciute con l'avvento dell'agricoltura e della vita più sedentaria. La monogamia da allora in poi divenne dominante. 

Sulla base dei dati demografici tra cacciatori-raccoglitori e quelli epidemiologici sulle malattie sessualmente trasmissibili, Chris Bauch e colleghi hanno modellato l'evoluzione delle diverse norme di famiglia. 

Due casi sono stati evidenziati. Quando una società è grande (circa 300 persone), la prevalenza di malattie sessualmente trasmissibili diventa endemica con un calo della fertilità nella popolazione. Allora emerge lo standard monogamico. Lo stile di vita poligamico è fortemente stigmatizzato, sino a punire i membri che non si conformino. 

Peraltro, in un piccolo gruppo (massimo 30 persone), le malattie sessualmente trasmissibili sono caratterizzate da brevi focolai che non diventano endemici. Il tasso di fertilità rimane alto, la poligamia è la norma sociale dominante. 

"Questo studio dimostra come gli eventi naturali, come la diffusione di malattie contagiose, siano in grado di influenzare fortemente lo sviluppo delle norme sociali e dei giudizi", dice il ricercatore. 

Ha detto anche che per sradicare le malattie sessualmente trasmissibili non dovremmo passare a un mondo di poligami. "Ci sono certamente molti fattori che guidano la società ad imporre la monogamia. Penso che sia prematuro dire che il matrimonio sparirà o che la poligamia ritornerà se risolviamo il problema delle malattie sessualmente trasmissibili". 

Nessun commento: