sabato 7 dicembre 2013

"Sono stato arrestato" - Venite a cercarmi - L'applicazione Android per le persone in procinto di finire in galera

"Sono stato arrestato" 
l'app utile ai manifestanti egiziani

Proteste, gas lacrimogeni, arresti: manifestare in Egitto è un esercizio pericoloso. Un'applicazione permette di avvisare parenti e/o il proprio avvocato nel caso in cui le cose volgano al peggio. Con un semplice clic sull'app 3alia byt2abad, vale a dire "Stanno cercando di fermarmi", invia un SMS a un elenco predeterminato di contatti. Il contenuto è duplice perchè indica anche una posizione in cui si è stati arrestati. 
  
L'autore è Badr Moharam che ha lanciato l'applicazione nelle prime manifestazioni in piazza Tahrir, da circa due anni, "perché le persone sparivano", osserva la rivista Wamda. Recentemente aggiornato, Byt2abad (letteralmente: aleya bietqabad), è per i sistemi Android e Blackberry compatibile, non necessita di copertura Internet
Dal 24 novembre, tutte le riunioni con più di cinque persone devono essere approvate dal Ministero dell'Interno. Le autorità devono essere informate tre giorni prima di ogni evento, ricorda Aswat Masriya. Le decine di manifestanti che hanno denunciato tali restrizioni sono stati arrestati dopo la promulgazione della legge. Byt2abad 3alia, diffuso quaslche giorno prima, è gratuito e dispone di buone opportunità.
_____________
vedi su facebook:
IL POPOLO DI PIAZZA TAHRIR
Byt2abad 3alia

Nessun commento: