giovedì 12 maggio 2011

Regione, 1.261.000.00 euro alle attività dette culturali

Nell’immensa distesa di attività culturali che permea la nostra Regione anche la Regione Puglia, come Gravina del resto, distribuisce euro a piene mani.. Lo scrive il nostro amico Nino Sangerardi su l’iradeltacco Venerdì 15 Aprile 2011: E' denominato "Programma attività culturali per il triennio 2010-2012". Ideato e gestito dalla Regione Puglia. Le richieste di contributo monetario per iniziative culturali, anno 2011, da parte di soggetti pubblici e privati sono state 305. Quelle finanziate in numero di 157 per una spesa complessiva di 1.261.000,00 euro. Trattasi di mostre, progetti multimediali ed editoriali, convegni e seminari di ricerca, eventi, premi e concorsi di arti figurative letteratura e scienza, manifestazioni finalizzate alla conoscenza delle "... matrici culturali della storia, memoria e testimonianze civili della Puglia".
La selezione delle proposte sopraggiunte negli Uffici regionali è stata vidimata dall'assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo prof.ssa Silvia Godelli (ex Rifondazione Comunista, oggi nel mini partito SEL inventato dal presidente Nichi Vendola da cui è stata nominata assessore regionale esterno, ha ricoperto la carica di consigliere regionale pugliese per più lustri a principiare dal giugno 1985), dal prof. Francesco Palumbo (dirigente area politiche promozione del territorio saperi e talenti), da Giovanna Labate (dirigente Servizi attività culturali), da Anna Vita Perrone (dirigente ufficio attività culturali e audiovisivi), da Rosaria Ricci (responsabile iniziative regionali ambito della cultura), da Nicola Vergari (responsabile valutazione attività/progetti riconoscimenti giuridici).

Sfogliando l'elenco delle manifestazioni che hanno ottenuto il pubblico denaro, ad esempio, si legge che per il " Mese della Memoria 2012" all'Associaizone Presidi del Libro di Bari vanno 80 mila euro, alla Fondazione Gramsci di Puglia 15 mila euro inerente "La Puglia l'Adriatico il Mediterraneo per un distretto culturale adriatico", 25 mila euro per "Lector in Fabula" della Fondazione Giuseppe Di Vagno di Conversano (Bari), 20 mila euro alla Casa Giuseppe Di Vittorio di Cerignola (Foggia) per "Storia e memoria del Mezzogiorno d'Italia: dal Risorgimento a oggi", 15 mila euro all'Arci servizio civile di Martina Franca riguardo l'happening "Festival dei Sensi", 25 mila euro in favore della Fondazione CRS Archivio Ingrao di Roma( sarà Pietro Ingrao, leader del Partito comunista italiano?) per "Il Sud e il Mediterraneo nell'Italia del futuro".
http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/campania/media/fissi/pdf/Piano%20della%20cultura%202011_ok.pdf

Nessun commento: