sabato 15 luglio 2017

Lo slogan del papa 'VIETATO LAMENTARSI', appeso alla sua porta.

"Vietato lamentarsi!": I visitatori sono avvisati da Papa Francesco all'arrivo nel suo appartamento in Vaticano da un cartello appeso alla porta, recentemente offerto da uno psicologo italiano, lo ha rivelato, con ampia documentazione di foto, venerdì, Vatican Insider - La Stampa, in un articolo di Andrea Tornielli.
http://www.lastampa.it/2017/07/14/vaticaninsider/ita/vaticano/il-cartello-sulla-porta-del-papa-vietato-lamentarsi-5LYcBMJuxiGmmKiv2hAwPN/pagina.html
Lo psicologo, Salvo Noè, autore di un libro sul tema dello sviluppo personale, lo aveva offerto al Papa al termine di un'audizione pubblica, il 14 giugno scorso, in Piazza San Pietro. 

Papa Francesco aveva promesso, sorridendo: "lo metterò sulla porta del mio ufficio dove ricevo i visitatori". 

Lui ha rinunciato sin dall'inizio agli appartamenti papali grandiosi, dove è il suo ufficio, preferendo una collocazione più informale nel suo modesto appartamento a Santa Marta. 

Il pontefice ha spesso consigliato ai fedeli di non indulgere in malinconia o lamenti. 

Con lettere più piccole, su quel cartello, i visitatori imparano che coloro che non rispettano lo slogan ... 
  • "I trasgressori sono soggetti ad una crisi da vittimismo con conseguente abbassamento del tono dell'umore e della capacità di risolvere i problemi.
  • "La misura della sanzione è raddoppiata se la trasgressione avviene in presenza di bambini.
  • "Per diventare il meglio di sè bisogna concentrarsi sulle proprie potenzialità e non sui propri limiti, quindi:
  • Smettila di lamentarti e agisci per cambiare in meglio la tua vita."

Nessun commento: